Le rotatorie sono definitive. Appalto ok, lavori a giorni

I lavori sono stati affidati alla Brussi costruzioni per poco più di 300 mila euro. Da oggi inizia la sistemazione della nuova area del mercato in via Fapanni 

MESTRE. Trecentomila euro per rendere definitive le rotatorie, finora sperimentali, in centro a Mestre. Ieri è cominciata la posa dell’allestimento dell’area di cantiere e dal 25 marzo arriveranno le ruspe per avviare la sistemazione definitiva della prima delle tre rotatorie che sostituiscono i semafori in centro a Mestre. Si inizia da quella tra via Padre Giuliani, via Torre Belfredo e via Filiasi, all’uscita da quartier San Paolo.

Lo prevede una ordinanza del settore mobilità, firmata dal dirigente Loris Sartori, che sancisce l’oramai prossima via ai cantieri della sistemazione definitiva dei nuovi rondò. Cantieri affidati alla Brussi costruzioni srl di Treviso. Lavori che nel primo incrocio restringono ad una sola carreggiata via Padre Giuliani con la sospensione della fermata del bus e il divieto di sosta permanente (con rimozione coatta dei veicoli) sugli stalli di sosta di via Torre Belfredo e via Filiasi interessati dai lavori.

Oggi l’assessore Boraso e i tecnici saranno impegnati nell’ultima riunione operativa per il cronoprogramma dei lavori che andrà poi ad interessare anche la rotatoria a fagiolo tra via Circonvallazione, i Quattro Cantoni, la Castellana e l’imbocco del sottopasso del Terraglio e il rondò che ha sostituito l’incrocio tra via Piave, via Miranese, via Calucci e via Circonvallazione. In particolare ai Quattro Cantoni i lavori sono particolarmente attesi perché il manto stradale dell’attuale rotatoria, provvisoria, è decisamente sconnesso e mette a dura prova le sospensioni di autobus e veicoli di passaggio, anche se di recente era stato realizzato un intervento provvisorio di sistemazione dell’asfalto. I cantieri verranno realizzati una rotatoria alla volta e non contemporaneamente per evitare ripercussioni sul traffico.


L’assessore Boraso confida nella messa “a sistema” della nuova viabilità visto che ha ridotto gli incolonnamenti nelle ore di punta e fluidificato la circolazione in centro. Ma ci sono anche altri interventi da attuare tra via Garibaldi (dove oggi è stata spenta la telecamera della zona a traffico limitato) e via Torre Belfredo per garantire le svolte all’altezza di via Palazzo, in sicurezza, dei bus snodati della linea 2 di Actv che oggi spesso si trovano in difficoltà sia per le auto che rimangono, impunemente, parcheggiate sulla carreggiata dopo l’ultima fermata di viale Garibaldi sia perché pedoni e ciclisti attraversano in direzione di via Palazzo “tagliando” la curva, fuori dalle strisce pedonali, incuranti dei pericoli. E confidando nell’assenza dei vigili.

Mercato fisso

Ieri è stata pubblicata all’Albo pretorio la determina di aggiudicazione dei lavori del nuovo mercato fisso di via Fapanni.Lavori del valore di 2 milioni di euro appaltati al raggruppamento tra Rubner Holzbau Spa di Bressanone (Bolzano), Deon Spa di Belluno e la Cos.Idra srl di Padova. Da oggi partono i lavori propedeutici al trasferimento dei banchi esecutivo dalla fine di maggio. Oltre 3,4 milioni di investimento da parte del Comune per la nuova struttura provvisoria per il mercato coperto di via Fapanni, che si deve spostare per consentire i lavori di ammodernamento e che occuperà piazzetta Coin e una porzione di via Poerio con la ricollocazione anche dei banchi del mercato bisettimanale. —


 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi