Zorzetto lascia il sindaco Cereser e punta su Leo

Spaccatura nella maggioranza L’ex assessore abbandona la lista “La Frazione” a causa dei rapporti con il consigliere Albino Zangrando

SAN DONà. Spaccatura nella maggioranza di centrosinistra, i moderati prendono le distanze dal loro esponente in Consiglio comunale e danno un forte e sonoro avvertimento al sindaco, Andrea Cereser.

Il fondatore della lista La Frazione, oggi passata a comitato, Franco Zorzetto, ex assessore per anni attivo nella politica sandonatese, aveva lanciato questo sodalizio in campagna elettorale esprimendo poi l’assessore Chiara Polita e il consigliere Albino Zangrando. Ma i rapporti con il consigliere, marito della consigliere regionale Pd Francesca Zottis, si sono subito allentati con lo stato maggiore della frazione. E oggi definitivamente interrotti. Zorzetto lascia La Frazione, di cui era fondatore, ispiratore e padre nobile, ma non la politica. E lancia un annuncio choc alla maggioranza: «Siamo pronti a dialogare anche con il centrodestra e Oliviero Leo». L’ex vice sindaco Leo, prima con la Zaccariotto, poi con Cereser, candidato alle amministrative con la sua civica che ha diviso il centrodestra tra Forza Italia, con lui, e la Lega, con Francesca Pilla, torna così nel proscenio della politica con queste avance inattese di un esperto della politica come Zorzetto. «Da giugno non sentiamo più Zangrando», spiega Zorzetto, «al massimo al telefono con un sms per chiedermi il nome di un albergo. Massima stima per il sindaco Cereser. Ma per me una stretta di mano è come un atto notarile, non per Zangrando che non si è fatto più vedere. Se questa che stiamo vivendo è la seconda repubblica allora la situazione è grave. Zangrando è chiuso nella sua fortezza “Bastiani”, in attesa di un nemico che non c’è. Solo l’assessore Polita ha tenuto i contatti. Già in campagna elettorale si sentiva il disagio creato dall’atteggiamento di Zangrando, ma non si voleva far saltare la coalizione e mettere a rischio la candidatura Cereser. La vicepresidenza del Consiglio comunale è un premio che non si condivide. Come pure la premurosa candidatura al Bim, senza avvisare la Lista Civica. Un comportamento che non è piaciuto alla lista». —


G.Ca.

Video del giorno

Il coming out di Lucilla Boari, bronzo nel tiro con l'arco: "Sanne è la mia ragazza". E si commuove

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi