Contenuto riservato agli abbonati

Alla Bevilacqua La Masa prosciugate le risorse

Solo settemila euro l’anno per le mostre, tremila euro previsti dagli incassi. I dati sconfortanti del bilancio di previsione 2019 dell’istituzione artistica 

VENEZIA. È anche nei numeri, sconfortanti, il momento di difficoltà che vive la Fondazione Bevilacqua La Masa - gloriosa istituzione nata per promozionare i giovani artisti del Triveneto e ora controllata direttamente al Comune, che sta dando vita in questi giorni sul nostro giornale a un vivace dibattito sul suo possibile rilancio.

Lo ha aperto il professor Nico Stringa, docente di Storia dell’Arte Contemporanea a Ca’ Foscari che chiede una figura indipendente che faccia da supervisore dell’istituzione e una reale collaborazione con Accademia di Belle arti e università veneziane, a favore dei giovani artisti.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Quanti milioni ha perso Lush, l'azienda felice senza social

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi