In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Resta a Padova il processo contro Alberto Vazzoler

1 minuto di lettura

JESOLO. Nessuna incompetenza territoriale. Il processo va avanti davanti al tribunale di Padova. Lo ha stabilito ieri il collegio giudicante presieduto da Claudio Marassi. Bocciata quindi l’eccezione proposta dalla nuova difesa di Alberto Vazzoler, il dentista-faccendiere di Musile di Piave con proprietà a Jesolo imputato per associazione a delinquere finalizzata al riclaggio internazionale: l’accusa è di essere ideatore e organizzatore di una sistema di società cartiere attraverso le quali emettere fatture per operazioni, in realtà inesistenti, con l’obiettivo di movimentare i capitali depositati nelle banche elvetiche da evasori italiani (ma anche di altri Paesi europei) per renderli di nuovo spendibili.

«Nel caso concreto la competenza per territorio deve essere individuata sulla base del luogo di commissione del reato di riciclaggio, quello più grave», ha rilevato il tribunale bocciando la richiesta dell’avvocato trevigiano Maria Grazia Stocco. —

I commenti dei lettori