«Portiamo nel Duomo la fotografia del quadro esposto a Londra»

La proposta di Bolzicco: sostituire la copia di Bonò dell'originale dipinto di Cima di Conegliano con una foto 

PORTOGRUARO. Una proposta audace scuote il mondo della cultura in città. . Marcantonio Bolzicco, presidente ad honorem della Pro Loco, e Alessio Alessandrini, già assessore e attuale presidente dell’Università della Terza Età del Portogruarese, propongono di collocare una copia fotografica realizzata nel 2017 dell’originale L’Incredulità di Tommaso di Cima di Conegliano, attualmente alla National Gallery di Londra.

La copia fotografica è di proprietà di Bolzicco che la commissionò due anni fa e la mostrò la prima volta in occasione della manifestazione Terre dei Dogi in Festa. Per adesso il proprietario non vuole dare ulteriori dettagli.


Oggi, al posto del dipinto che un tempo era nel Duomo, c’è infatti la copia ottocentesca realizzata dal pittore Fausto Bonò, al quale è dedicata anche una via del centro. Nel 1870 il dipinto venne ceduto agli inglesi perché le casse parrocchiali non erano floride e l’opera venne rimpiazzata dall’artista portogruarese Bonò.

Nel 2019, in occasione del 515° anniversario del completamento della pala pittorica, iniziata dal Cima nel 1502 e finita nel 1504, il dipinto potrebbe essere sostituito: «Non tutti sono a conoscenza della storia del dipinto» racconta Bolzicco «la presenza del quadro alla National Gallery conferisce un prestigio internazionale alla città».

La proposta è stata accolta da Alessandrini. «Ci piacerebbe moltissimo» afferma Alessandrini «che la copia di Bolzicco venisse collocata nel Duomo. Il dipinto originale che dà lustro alla National Gallery è un reperto preziosissimo della scuola veneta del 15° secolo».

Adesso il dibattito è aperto e la parola passa a cittadini e istituzioni. —
 

Video del giorno

Mafia, 9 arresti della Dia di Trieste: le parole del procuratore De Nicolo

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi