«Stabilizzate i postini al Lido e a Pellestrina»

LIDO. «Bene i cinque postini in più tra Lido e Pellestrina. Ma mi auguro che sia una misure definitiva, e non provvisoria». Dopo la Municipalità venerdì scorso, anche Alessandro Scarpa “Marta” ha incontrato Poste Italiane.

Sul tavolo, i recenti disagi subiti dalla popolazione di Lido e Pellestrina che per oltre un mese hanno ricevuto a singhiozzo lettere e bollette, in molti casi arrivate a destinazione già scadute. Il consigliere delegato alle isole di Ca’ Farsetti ribadisce l’importanza dei cinque postini in più, rispetto ai nove attualmente impiegati, per smaltire tutta la giacenza ormai ferma da settimane dopo la riorganizzazione del servizio di consegna.


Ma sottolinea che Lido e Pellestrina non devono più rischiare di subire ritardi così prolungati. «Queste due isole vivono un contesto unico in Italia» aggiunge il consigliere « basti pensare che se per arrivare al Lido occorre prendere un ferry boat, per arrivare a Pellestrina ne servono addirittura due. Ecco perché, se serve, sono pronto ad andare alla direzione nazionale di Poste, a Roma, per spiegare le particolarità del nostro territorio». I responsabili veneziani di Poste Italiane, come riferito durante l’incontro in Comune, si sono mostrati disponibili ad ascoltare le richieste del territorio. Per i cittadini che ritengano di aver subito un danno economico dovuto ai ritardi, si può compilare un modulo di reclamo presso gli uffici postali (scaricabile anche via internet) oppure chiamare il numero verde 803160. —

Eugenio Pendolini

Video del giorno

Napoli, l'operatore ecologico sparge i rifiuti per strada: le immagini dalle telecamere di sicurezza

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi