Mirano, blitz degli ispettori dell’Usl 3. Chiuso il ristorante Venexian

Contestati violazione delle norme sulle etichettature dei prodotti e ambienti inidonei

MIRANO. I controlli dell’Usl 3 fanno chiudere il noto ristorante “El Venexian“ che si trova a Mirano ai confini con il territorio di Pianiga.

Si tratta di un ristorante che si trova a ridosso dell’ex casello autostradale di Dolo – Mirano.


A fare le verifiche nei giorni scorsi sono stati gli ispettori dell’Igiene pubblica dell’Usl 3. Gli ispettori sono arrivati a fare dei controlli martedì e hanno verificato come all’interno del ristorante siano state violate diverse norme sulle etichettature dei prodotti, cioè non era chiara la tracciabilità degli stessi.

Sono stati trovati non idonei gli ambienti di lavoro dello stesso locale e cioè cucine e ambienti di conservazione degli alimenti. Il ristorante, conosciuto per le sue specialità a base di pesce, offre anche menù differenziati con carne e anche, per chi lo volesse, pizze. Gli ispettori dell’azienda sanitaria pubblica hanno portato alla chiusura del locale in cui lavorano 8-9 dipendenti con delle precise prescrizioni. Sono state date anche sanzioni salatissime. Il locale ogni settimana è frequentato da centinaia di clienti provenienti anche dalla vicina A 4. A ridosso del ristorante c’è anche infatti un motel. Ora la proprietà dovrà mettersi in regola se vorrà riaprire il ristorante.

Sempre in tema di controlli alimentari altre brutte sorprese sono arrivate dai controlli della polizia locale di Mira lungo la statale 309 Romea. «La polizia locale» spiegano gli agenti e l’assessore comunale Fabio Zaccarin «ha fermato sulla Romea un camion frigo contenente 50 chilogrammi di pesce mal conservato e di sconosciuta provenienza». Sul posto sono arrivati anche gli ispettori dell’Usl 3 che hanno verificato la situazione. Di fatto il pesce era avariato ed era stato caricato su un camion frigo fermato dagli agenti per dei controlli precisi.

Alla guida del mezzo posto sotto sequestro c’era un cittadino cinese Da accertamenti fatti, il pesce era diretto a ristoranti cinesi della zona del piovese. Ora le indagini cercheranno di capire se questo tipo di traffico con pesce avariato e di sconosciuta provenienza stava continuando da tempo. Oltre al camion anche il pesce mal conservato e deteriorato è stato sequestrato e sarà distrutto.

I controlli sulla statale 309 Romea, nel territorio di Mira, da parte della polizia locale hanno già portato a dei risultati importanti . Già per altre due volte sono stati fermati quest’anno furgoni e tir contenenti merci avariate. Fra i controlli fatti con scrupolo ci sono anche le verifiche delle documentazioni allegate alle merci trasportate in tanti casi falsificate.


 

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi