Contenuto riservato agli abbonati

Clima anomalo per novembre, a rischio radicchio e carciofi

A Chioggia e Sant’Erasmo preoccupazione per i prodotti tipici del territorio. I Consorzi: «Fa troppo caldo per questo periodo, speriamo arrivi il freddo»

VENEZIA. Il caldo anomalo dei giorni scorsi rischia di compromettere le coltivazioni locali. Se per ora la produzione non ne ha risentito, il radicchio di Chioggia e i carciofi di Sant’Erasmo sono i prodotti che più subiscono l’umidità. Così, in vista dell’arrivo dell’inverno, serpeggia grande preoccupazione tra gli agricoltori locali. Per Giuseppe Boscolo Palo, presidente del Consorzio del Radicchio di Chioggia, ad oggi la situazione rientra ancora nella normalità.

Al

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi la Nuova Venezia la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi