«Medico violentatore». L’Usl non lo vuole più

Mestre, l’azienda sanitaria ha revocato la convenzione con Muhammad Abdulstar, indagato per violenza sessuale sulle pazienti