Al Pertini la cultura si fa regalo

Mercoledì stand nella piazzetta: "Regaliamo libri a chi non se li può permettere". Cittadini e biblioteca Auser mobilitati nell'iniziativa. I cittadini possono portare libri che non usano più.

MESTRE. Avete libri che non volete più tenere in casa ma non volete farli finire al macero? Portateli mercoledì 10 ottobre dalle 10 alle 12  e dalle 15 alle 17 nella piazzetta davanti la chiesa del quartiere Pertini, dove viene allestito uno stand dove ci saranno i volontari della biblioteca G.Zorzetto del quartiere.


Lo scopo è quello di regalare libri cioè cultura, dicono dal comitato di quartiere del Pertini, quartiere mestrino che non ha alcuna voglia di rassegnarsi ad una condizione di periferia degradata.


Allo stand si possono portare libri vecchi, usati e non più utili in casa. Libri che ritroveranno una vita perché i volontari li metteranno a disposizione di quanti nel quartiere, e non solo, non hanno possibilità economiche di spendere in cultura. E infatti mercoledì di libri ne verranno già regalati molti.

Una bella iniziativa dal basso che ha bisogno della partecipazione dei cittadini per funzionare. "Vogliamo evidenziare che non ci sono solo negatività nel nostro quartiere,  ma molte iniziative che coinvolgono i residenti e la cittadinanza tutta. Non solo ci limitiamo a denunciare ciò che va male, ma creiamo occasioni di incontro e proposte per migliorare le condizioni del quartiere e di chi lo abita", spiega Giorgio Rocelli, presidente del comitato di quartiere. E  nel rione in queste settimane è nata anche una compagnia teatrale, che sta lavorando su un testo di una autrice, che vive tra i palazzi del rione mestrino.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Come si prepara la bagna cauda? Ecco il tutorial dal Bagna Cauda Day

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi