Struttura pericolante Il ponte dei Giocattoli dovrà essere rifatto

Oltre alle assi sconnesse anche la struttura è compromessa l’attraversamento ciclopedonale era stato chiuso in agosto

MEOLO

Problemi alla struttura portante del manufatto, il ponte dei Giocattoli rischia di dover essere rifatto completamente. E, intanto, per la sua riapertura si annunciano tempi lunghi.


Brutte notizie per i meolesi. Sono peggiori del previsto le condizioni del ponte ciclopedonale che attraversa il fiume Meolo, nel centro del paese, mettendo in collegamento piazzetta Berre l’Etang (zona municipio) e Riviera XVIII Giugno. Il ponte è stato chiuso al transito di pedoni e biciclette lo scorso agosto, per motivi di sicurezza legati alla rottura di alcune assi in legno della pavimentazione. In queste settimane il Comune si è attivato con alcune ditte e progettisti per capire il da farsi. E lo sguardo attento degli esperti ha rivelato che la situazione è peggiore del previsto. Oltre alle assi sconnesse, sono emersi problemi alla struttura portante del ponte, né risultano ben messi i parapetti.

La chiusura del manufatto, anche se solo ciclopedonale, sta già creando disagi ai meolesi che si devono recare in centro, costretti ad allungare il giro percorrendo l’anello ciclabile. A lamentarsi sono anche gli ambulanti del mercato e alcuni negozianti. Il Comune aveva valutato l’ipotesi di sostituire le sole tavole ammalorate e restringere per motivi di sicurezza la carreggiata del ponte, creando con dei new jersey un percorso centrale. «Ma veniva male e, se dobbiamo fare il lavoro, tanto vale farlo bene», commenta l’assessore ai lavori pubblici Moira De Luigi, «ne abbiamo parlato in questi giorni anche con altri progettisti con cui collaboriamo e ci hanno consigliato di rifare una progettazione del ponte. Anche perché da quando è stato costruito, alla fine degli anni Novanta, a oggi sono cambiate pure le norme di calcolo delle strutture». Il primo passo sarà trovare i fondi, possibilmente entro l’anno, per fare un’analisi strutturale. Poi, se le prime indicazioni saranno confermate, il Comune dovrà valutare di rifare in qualche maniera la struttura, si vedrà se in legno o in acciaio. In questo caso per i lavori se ne riparlerà gioco forza il prossimo anno. —



Video del giorno

Covid, Marco Melandri ritratta: "Era una battuta, non mi sono fatto contagiare volontariamente"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi