Mestre, l’ex iridato Moser guida la pedalata «Usare di più la bici»

In cento alla manifestazione da Chirignago a Martellago «Ciclabili, si venga in Trentino per imparare a farle bene»

MESTRE. Oltre un centinaio di appassionati della bicicletta hanno partecipato ieri pomeriggio alla prima Pedalata cicloturistica. Ospite d’onore è stato il campione trentino Francesco Moser, in testa al gruppo che ha poi attraversato le strade di Chirignago, Asseggiano, Zelarino e Martellago. Una iniziativa promossa dal gruppo Mangia e Bevi di Chirignago, dall’associazione I Cicloliberi e dalla Municipalità.

Fin dal ritrovo al centro sportivo Montessori si è capito che sarebbe stata una grande festa. Moser, ex iridato su strada e pista, vincitore di centinaia di corse e anche recordman dell’ora, è stato sommerso di richieste di autografi e selfie da parte di bambini ma anche di persone non più giovanissime. Tutti però uniti dalla passione per le due ruote e arrivati alla partenza con bici da corsa, da passeggio o mountain bike. Il gruppo è passato anche per Forte Mezzacapo, per Casa di Anna, e a Martellago ha compiuto alcuni giri al ciclodromo dove è stata anche piantata una quercia in onore di Francesco Moser. Poi spazio al ristoro con i vini prodotti dal campione degli anni Settanta e Ottanta sulle sue montagne trentine.



«Le piste ciclabili sono un aspetto fondamentale delle nostre città, che si venga da noi in Trentino per imparare a farle bene», ha commentato Moser alla partenza, «Bisognerebbe spingere di più la gente a usare le biciclette, si eviterebbe molto traffico e anche qualche pericolo. Poi oggi con le biciclette elettriche è tutto più facile, si possono coprire grandi distanze senza fare troppa fatica. Ho accettato di buon grado di venire qui grazie ad alcuni amici, quindi invito davvero tutti ad andare di più in bici, perché fa anche bene alla salute».

Il tutto a pochi giorni dall’apertura del cantiere della nuova ciclabile Valsugana. «Questo vuole essere un momento di aggregazione per la cittadinanza», aggiunge Luca Gobbo dal Gruppo Magna e Bevi, «Moser, da grande campione e persona qual è, ha accettato subito di stare con noi. Un uomo semplice e genuino come pochi». E dalla Municipalità, il presidente Gianluca Trabucco osserva: «Questa iniziativa giunge a proposito sui temi che affrontiamo per la mobilità sostenibile. È per tutti un giorno di festa». —




 

Video del giorno

Homeschooling, il racconto di Morena Franzin: "Tre figli che studiano a casa, nessun rimorso"

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi