Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Unione dei Comuni in bilico dopo il diktat di Fragomeni

Ieri il sindaco non si è presentato alla giunta sulla questione della polizia locale Sua la richiesta di riportare i vigili a Villa Farsetti o di abbandonare l’iniziativa  

Santa Maria di Sala

Ieri doveva essere il giorno della verità. Si è infatti riunita la giunta dell’Unione dei Comuni del Miranese e tutti attendevano le parole del sindaco di Santa Maria di Sala Nicola Fragomeni che pochi giorni fa aveva nuovamente minacciato di abbandonare l’Unione se i vigili non fossero tornati in Villa Farsetti. Nulla di fatto invece: il primo cittadino non era presente e la questione, che potrebbe essere uno spartiacque per il futuro dell’Unione, non è stata toccata.

Tut ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Santa Maria di Sala

Ieri doveva essere il giorno della verità. Si è infatti riunita la giunta dell’Unione dei Comuni del Miranese e tutti attendevano le parole del sindaco di Santa Maria di Sala Nicola Fragomeni che pochi giorni fa aveva nuovamente minacciato di abbandonare l’Unione se i vigili non fossero tornati in Villa Farsetti. Nulla di fatto invece: il primo cittadino non era presente e la questione, che potrebbe essere uno spartiacque per il futuro dell’Unione, non è stata toccata.

Tutto è iniziato quest’estate quando Fragomeni ha lanciato il suo primo ultimatum: «O i vigili tornano in Villa o ce ne andiamo dall’Unione». Dopo l’accorpamento del servizio di polizia locale e la conseguente chiusura della sede salese, la presenza dei vigili sul territorio comunale si sarebbe ridotta mandando su tutte le furie il primo cittadino. Con le vacanze la questione si è smorzata, fino a qualche giorno fa, quando Fragomeni ha ribadito la sua posizione sostenendo che se la sua richiesta non fosse stata accolta, Santa Maria di Sala avrebbe abbandonato l’Unione in tempi rapidi, entro gennaio 2019.

Un eventuale uscita di Santa Maria di Sala comporterebbe un ripensamento nell’organizzazione dell’intero istituto. Ieri c’era quindi grande attesa per le parole di Fragomeni, ma in giunta il sindaco non si è visto. Si dovrà aspettare per sapere se le richieste di Fragomeni verranno accolte o, qualora fossero respinte, per capire se il sindaco andrà fino in fondo abbandonando l’Unione. La questione non è infatti semplice: se Santa Maria di Sala uscisse tornerebbe a gestire in proprio il servizio.

Questo potrebbe però comportare un aumento delle spese per la sicurezza. Santa Maria di Sala ha infatti messo a disposizione dell’Unione meno vigili rispetto agli altri Comuni e anche sulle risorse erogate non fa la parte del leone. Mirano spende quasi il triplo di Santa Maria Sala per finanziare il servizio. Ponendo che Mirano metta 750 mila euro, significa che Santa Maria di Sala contribuirebbe con 250 mila. L’uscita dall’Unione garantirebbe il ritorno dei vigili in Villa Farsetti, ma a quale prezzo? —

Matteo Riberto

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI