In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

«Paratoie del Mose no all’uso dell’Arsenale»

«L’Arsenale è destinato ai cantieri e non a scopi industriali». Con queste parole Italia Nostra si dice soddisfatta del rinvio della Conferenza dei Servizi che, il 12 settembre, avrebbe dovuto...

E. P.
1 minuto di lettura

«L’Arsenale è destinato ai cantieri e non a scopi industriali». Con queste parole Italia Nostra si dice soddisfatta del rinvio della Conferenza dei Servizi che, il 12 settembre, avrebbe dovuto decidere se svolgere la manutenzione delle paratoie del Mose all’interno nel monumentale “arzanà de’ Viniziani” .

Roberto Linetti, Provveditore alle Opere Pubbliche, ha infatti deciso di sospendere l’iter per valutare le alternative possibili. L’associazione, in una nota emessa ieri e indirizzata al ministro dei Beni Culturali, delle Infrastrutture e al Soprintendente di Venezia, spera che l’alt si traduca in un definitivo ripensamento. Nel frattempo, auspica nuovi insediamenti di imprese cantieristiche e artigianali in linea con la storia dell’Arsenale. Lo scopo è quello di valorizzare l’intero complesso.

Se si decidesse di realizzare la manutenzione delle paratoie del Mose, bisognerebbe costruire un capannone con un grande depuratore. Un ulteriore danno all’Arsenale, dopo la costruzione di un guardrail che segue il perimetro della struttura.

Come area adatta alla manutenzione, il Forum Futuro Arsenale ha già individuato un’area industriale a Marghera. «Crediamo», conclude la nota «che non si debba proseguire con la logica dei precedenti governi che hanno concesso per 30 anni una parte del complesso al Consorzio Venezia Nuova. Chiediamo il definitivo annullamento della Conferenza di Servizi tra Comune, Regione e ministero dei Trasporti». —

E. P.



I commenti dei lettori