Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Positivi test ambientali sulle strutture ricettive

jesoloIl corretto smaltimento delle acque reflue e l’osservanza delle norme di gestione dei rifiuti, con la tenuta dei registri in modo corretto, sono stati al centro di una serie di controlli...

jesolo

Il corretto smaltimento delle acque reflue e l’osservanza delle norme di gestione dei rifiuti, con la tenuta dei registri in modo corretto, sono stati al centro di una serie di controlli eseguiti nel corso dei due mesi estivi, tra luglio e agosto, dai Carabinieri del Noe di Venezia, il Nucleo operativo ecologico.

Le verifiche hanno riguardato le strutture ricettive del litorale veneziano, tra Jesolo e Chioggia e i depuratori in prossimità del mare.

In totale sono stati controllati 11 c ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

jesolo

Il corretto smaltimento delle acque reflue e l’osservanza delle norme di gestione dei rifiuti, con la tenuta dei registri in modo corretto, sono stati al centro di una serie di controlli eseguiti nel corso dei due mesi estivi, tra luglio e agosto, dai Carabinieri del Noe di Venezia, il Nucleo operativo ecologico.

Le verifiche hanno riguardato le strutture ricettive del litorale veneziano, tra Jesolo e Chioggia e i depuratori in prossimità del mare.

In totale sono stati controllati 11 campeggi, due villaggi turistici e due parchi acquatici, oltre a otto depuratori. Personale dell’Arpav ha provveduto a prelevare campioni delle acque depurate. Dai risultati è emersa una situazione complessivamente positiva e non sono state riscontrate situazioni critiche. Solo in tre casi le strutture ricettive non sono risultate in regola nella tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti o per la mancanza dell’autorizzazione all’allaccio alla rete fognaria. E scatteranno quindi adesso le sanzioni, da un minimo di 2 mila ad un massimo di 5 mila euro. Dal Noe di Venezia segnalano che evidentemente i controlli servono. «Volendo tracciare un quadro generale, sulla scorta dei risultati emersi, probabilmente anche per la periodicità dei controlli effettuati nelle passate stagioni estive su indicazione del Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale, le strutture impegnate nella ricezione dei turisti hanno evidenziato una maggiore attenzione e sensibilità verso l’ambiente». —