Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Venezia 75, Natalie Portman incanta sempre

L'attrice è protagonista insieme a Jude Law di "Vox Lux", storia di una cantante che diventa popstar dopo una tragedia che ha colpito il suo Paese

VENEZIA. Impermeabile, camicetta bianca, borsa Dior e sandali con zeppa di Gucci, Natalie Portman è sbarcata alla Palazzina G alla vigilia del suo red carpet di questa sera al Lido, protagonista a fianco di Jude Law e Stacy Martin del film di Brady Corbet “Vox Lux”, in Concorso, storia di una cantante che diventa popstar dopo una tragedia che ha colpito il suo Paese.

Venezia 75, l'arrivo di Natalie Portman. E' una popstar nel film "Vox Lux"

"Mi è piaciuto fare questo personaggio perchè era scritto molto bene ma era, tuttavia, anche molto complicato. Recitare ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Impermeabile, camicetta bianca, borsa Dior e sandali con zeppa di Gucci, Natalie Portman è sbarcata alla Palazzina G alla vigilia del suo red carpet di questa sera al Lido, protagonista a fianco di Jude Law e Stacy Martin del film di Brady Corbet “Vox Lux”, in Concorso, storia di una cantante che diventa popstar dopo una tragedia che ha colpito il suo Paese.

Venezia 75, l'arrivo di Natalie Portman. E' una popstar nel film "Vox Lux"

"Mi è piaciuto fare questo personaggio perchè era scritto molto bene ma era, tuttavia, anche molto complicato. Recitare la parte di una pop star per me era un sogno". Così Natalie Portman rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso della conferenza stampa di presentazione del film in concorso nella sezione Venezia 75.

Infortunio sul red carpet, Natalie Portman aiuta Raffey Cassidy con il tacco incastrato

"Per preparami alla parte ho visto un sacco di documentari sugli artisti del pop", ha continuato, "non una pop star in particolare ma tutti, per cogliere molti dettagli che poi ho cercato di imparare. Ma tutto è venuto anche grazie alla sceneggiatura ovviamente e al lavoro fatto sulla mia danza e qui mio marito che è coreografo mi ha aiutato molto. Registrare le canzoni poi è stato divertente e spaventoso allo stesso tempo".

L’attrice, per la quarta volta alla Mostra del cinema in dieci anni, già regista di “Eve” nel 2008, già “Cigno nero” da Oscar nel 2011, e indimenticabile “Jackie” nel 2016, è arrivata in laguna e, come già due anni fa, ha scelto l’hotel boutique in riva al Canal Grade. A sua disposizione, per due giorni e due notti, Natalie Portman ha trovato l’intero ultimo piano dell’albergo: una suite di 45 metri quadrati con il letto circondato da specchi, due terrazze e l’ascensore privato.

Ieri sera la cena con il regista e gli interpreti del film mentre gli chef di Palazzina G portavano in tavola i piatti preparati per il cast di “At Eternity’s Gate” con Dafoe, Seigneir, Isaac, Friend e il regista Julian Schnabel, già pronto per andare a letto. Intanto palazzi e alberghi si apparecchiano per le prossime feste.

'Jackie', tre nomination agli Oscar