Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Compleanni d’impresa per “Il Gallo” e Niero

NOALECompleaani speciali domani a Noale per il ristorante il Gallo e Attilio Niero, fondatore dell’omonima vetreria. Il locale di piazza XX Settembre è nato nel 1968 e occupa una storica palazzina...

NOALE

Compleaani speciali domani a Noale per il ristorante il Gallo e Attilio Niero, fondatore dell’omonima vetreria. Il locale di piazza XX Settembre è nato nel 1968 e occupa una storica palazzina Cinquecentesca. È sempre stato portato avanti dalla famiglia Busatto, in origine dal cavaliere Antonio, per tutti “Toni” e dalla signora Santa e ora anche con l’aiuto dalla figlia Monica e del marito Lorenzo. Qui si punta a menù ispirati alla tradizione veneta, ricchi e diversificati, che si fanno ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

NOALE

Compleaani speciali domani a Noale per il ristorante il Gallo e Attilio Niero, fondatore dell’omonima vetreria. Il locale di piazza XX Settembre è nato nel 1968 e occupa una storica palazzina Cinquecentesca. È sempre stato portato avanti dalla famiglia Busatto, in origine dal cavaliere Antonio, per tutti “Toni” e dalla signora Santa e ora anche con l’aiuto dalla figlia Monica e del marito Lorenzo. Qui si punta a menù ispirati alla tradizione veneta, ricchi e diversificati, che si fanno apprezzare in particolare quelli di pesce e crostacei.

Domani spegnerà 90 candeline Attilio Niero, fondatore di Vetreria Niero di via Coppadoro, aperta una sessantina di anni fa dopo aver appreso le tecniche in una vecchia vetreria di Marghera Nel 1995, il figlio Federico entrò in azienda affiancando il padre e portò ad ampliare la gamma dei servizi offerti, ad automatizzare i lavoro e far crescere nel corso del tempo i clienti. —

Alessandro Ragazzo