Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Operato al polso gli lesionano il nervo la mano è insensibile

Un uomo in ospedale per la sindrome del tunnel carpale adesso chiede i danni all’Usl 3 con una causa civile

DOLO

Operato per la sindrome del tunnel carpale, si ritrova senza più la sensibilità alla mano a causa di una lesione del nervo. A quattro anni dall’operazione chirurgica effettuata all’ospedale di Dolo, un settantenne residente in Riviera del Brenta promuove la causa civile nei confronti dell’azienda sanitaria 3 Serenissima per ottenere i danni. Trentaduemila euro: tanto è stato quantificato dai suoi difensori, gli avvocati Pascale De Falco e Serena Pecin, in base alle conclusioni del consu ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

DOLO

Operato per la sindrome del tunnel carpale, si ritrova senza più la sensibilità alla mano a causa di una lesione del nervo. A quattro anni dall’operazione chirurgica effettuata all’ospedale di Dolo, un settantenne residente in Riviera del Brenta promuove la causa civile nei confronti dell’azienda sanitaria 3 Serenissima per ottenere i danni. Trentaduemila euro: tanto è stato quantificato dai suoi difensori, gli avvocati Pascale De Falco e Serena Pecin, in base alle conclusioni del consulente tecnico d’ufficio, il medico legale Gianni Barbuti, nominato dal tribunale nel corso dell’accertamento tecnico preventivo per la composizione della lite. Il consulente aveva accertato il nesso di causa tra l’evento e il danno subìto. Ma il tentativo di arrivare con l’azienda sanitaria alla definizione di un risarcimento economico nei confronti del paziente senza avviare la causa civile è caduto nel vuoto. Per questo gli avvocati De Falco e Pecin hanno presentato l’atto di citazione dell’Usl in tribunale.

L’intervento risale al 14 maggio 2014 all’ospedale di Dolo, dopo che al paziente era stato diagnosticato il tunnel carpale che gli provocava continui formicolii alla mano, compromettendo la qualità della vita quotidiana. Era finito sotto i ferri per la risoluzione del problema, ma durante l’intervento, secondo la tesi della difesa, qualcosa è andato storto: una lesione del nervo che ha comportato la perdita totale di sensibilità della mano, con tutte le conseguenze del caso sulla quotidianità. Sensibilità che solo con il passare del tempo e grazie ad alcune terapie è stata parzialmente recuperata.

Nei giorni scorsi il direttore generale dell’azienda sanitaria, Giuseppe Dal Ben, attraverso una delibera ha confermato di affidare la difesa dell’ente davanti al giudice civile all’avvocato Stefano Mirate, che già ha seguito la prima parte del procedimento. La causa entrerà nel vivo già nei prossimi mesi. —