Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lavori al ponte della Vittoria «Ritardo di solo due giorni»

La promessa di Anas nell’incontro con i rappresentanti dei Comuni Nuove squadre di operai. Velocizzati i tempi per smontare le impalcature

SAN DONÀ

Un ritardo di due giorni rispetto al cronoprogramma. Incontro urgente con Anas ieri per gli amministratori di San Donà e Musile sulla questione dei lavori al ponte della Vittoria. Anas ha assicurato che la ditta incaricata per la dipintura del manufatto, di Santa Maria Capua Vetere, invierà tre squadre lunedì dopo aver già portato sul ponte 8 operai nella giornata di ieri. Da lunedì si lavorerà 24 ore su 24 per arrivare al 9 settembre, quindi non più il 7, con la completa dipintura ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN DONÀ

Un ritardo di due giorni rispetto al cronoprogramma. Incontro urgente con Anas ieri per gli amministratori di San Donà e Musile sulla questione dei lavori al ponte della Vittoria. Anas ha assicurato che la ditta incaricata per la dipintura del manufatto, di Santa Maria Capua Vetere, invierà tre squadre lunedì dopo aver già portato sul ponte 8 operai nella giornata di ieri. Da lunedì si lavorerà 24 ore su 24 per arrivare al 9 settembre, quindi non più il 7, con la completa dipintura e chiusura totale del ponte successiva per tre giorni, e non più cinque, con la possibilità di accedere gratuitamente al ponte di barche di Fossalta di Piave cui sarà assicurato un indennizzo.

È il risultato dell’incontro tra l’assessore ai lavori pubblici di San Donà, Lorena Marin e la sindaca di Musile, Silvia Susanna con i responsabili di Anas cui sono state presentate tutte le lamentele per il tempo perso in queste settimane. Gli amministratori in riva al Piave avevano anche scritto una lettera al ministro per le Infrastrutture Toninelli oltre a inviare una raffica di mail di protesta ad Anas per chiedere chiarimenti sui lavori proceduti a rilento con enormi disagi per il senso unico alternato.

Ieri un addetto dell’Anas ha regolato personalmente il traffico con tanto di paletta per evitare lunghe code che si formano alternativamente dalla direzione di Musile piuttosto che da San Donà.

«Ci sono state date ampie rassicurazioni», ha commentato la sindaca di Musile Susanna, «compreso il fatto che le squadre al lavoro saranno tre da lunedì per lavorare giorno e notte. Ieri c’è stato un primo potenziamento. I lavori dovevano terminare il 7 settembre, ma ci sarà un ritardo di due giorni e si finirà il 9. Poi tre giorni di chiusura totale del ponte per smontare le impalcature e il via libera sul ponte di barche a Fossalta in quei tre giorni di chiusura completa. Noi comunque vigileremo giorno per giorno incalzando Anas perché almeno questi tempi e ritmi di lavoro siano confermati. Ci hanno dato tempi e date precise e non ci sono più scusanti adesso».

I tempi sono stati dettati, anche se resta la rabbia dei cittadini per il senso unico alternato dal periodo di Ferragosto quando i lavori si sono fermati durante le vacanze. Molti ritengono che allora l’intervento si sarebbe potuto ritardare a dopo le vacanze visto che comunque i lavori di dipintura in queste settimane sono stati limitati a pochi metri, limitando i disagi alla viabilità allo stretto necessario e non dilatare i tempi senza un vero motivo.—