Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Spinea, invitato a cena a casa di amici ruba smartphone e orologi

Un veneziano di 45 anni preso con le mani nel sacco dopo la denuncia del furto I carabinieri hanno seguito i segnali del telefonino recuperando tutta la refurtiva

SPINEA
 Immaginatevi una bella serata tra amici, una sera d’estate in compagnia, tra mangiare, bere qualcosa e fare due chiacchiere.

Poi, dopo essersi salutati, magari anche in modo fraterno, ti ritrovi ripulito. Ma non da qualcuno arrivato da fuori. No, da chi, sino a pochi minuti fa, era seduto accanto a te.

Ed è così che è andata l’altra sera in una casa del Villaggio dei Fiori, a Spinea, dove i carabinieri hanno denunciato per furto aggravato un veneziano 45enne, trovato in possesso di un b ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SPINEA
 Immaginatevi una bella serata tra amici, una sera d’estate in compagnia, tra mangiare, bere qualcosa e fare due chiacchiere.

Poi, dopo essersi salutati, magari anche in modo fraterno, ti ritrovi ripulito. Ma non da qualcuno arrivato da fuori. No, da chi, sino a pochi minuti fa, era seduto accanto a te.

Ed è così che è andata l’altra sera in una casa del Villaggio dei Fiori, a Spinea, dove i carabinieri hanno denunciato per furto aggravato un veneziano 45enne, trovato in possesso di un borsello con la refurtiva appena rubata da un appartamento dove aveva trascorso la serata insieme ad “amici”.

Amici tra virgolette, appunto, perché chiunque si arrabbierebbe dopo essere stato fregato sotto il naso. Anche perché il ladro si era appena portato via un costoso Smartphone, due orologi e un bracciale. Insomma, qualche centinaio di euro di valore, che avevano fatto gola al ladro. Il gruppo aveva trascorso la serata assieme e tutto era filato liscio sino al momento dei saluti finali; evidentemente “l’amico” ha approfittato di un attimo di distrazione degli “amici” per colpire e portarsi via smartphone, orologi di marca e un bracciale d’oro.

Nessuno si era accorto dell’ammanco, ci si era salutati, magari dandosi appuntamento pure a breve, finché il ladro non si è allontanato. Pensava di averla fatta franca, invece i derubati hanno avvertito qualcosa di strano e, dopo averlo cercato, hanno capito che lo smartphone era stato preso da qualcuno. Così hanno telefonato i carabinieri che subito si sono messi sulle sue tracce. E una traccia è stata proprio il segnale dello smartphone, da cui gli inquirenti sono riusciti a capire i movimenti e rintracciare il posto dove si trovava il malvivente. A quel punto, individuato il luogo dove fosse custodito il telefonino, i militari dell’Arma sono andati a prendersi l’amico. Tutti gli oggetti sono stati restituiti ai legittimi proprietari. E c’è da scommettere, prima di presentargli un altro invito, ci penseranno due volte. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI