Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lutto nazionale, il presidente Mattarella non sarà al Lido

Il Capo dello Stato non parteciperà alla serata di gala della Mostra del Cinema e resterà al Quirinale in segno di lutto per le vittime di Genova e del Parco del Pollino

LIDO DI VENEZIA. In segno di lutto "per i gravi eventi dolorosi di Genova e del Parco del Pollino" il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di non andare al Lido di  Venezia il 29 agosto per la serata di gala inaugurale del Festival del Cinema. E il Quirinale - che informa in una nota del cambiamento di programma del Capo dello Stato - non manca di rimarcare che la decisione è quella di "restare in sede", formulando naturalmente "auguri di ogni successo alla 75/ma Mostra In ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

LIDO DI VENEZIA. In segno di lutto "per i gravi eventi dolorosi di Genova e del Parco del Pollino" il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha deciso di non andare al Lido di  Venezia il 29 agosto per la serata di gala inaugurale del Festival del Cinema. E il Quirinale - che informa in una nota del cambiamento di programma del Capo dello Stato - non manca di rimarcare che la decisione è quella di "restare in sede", formulando naturalmente "auguri di ogni successo alla 75/ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica" e ribadendo "l'importanza del settore per l'Italia" e "il grande apprezzamento per quanti vi operano".
 
Passa mezz'ora e Maria Stella Gelmini, capogruppo di Fi alla Camera, dice ad alta voce: "In seguito alle tragedie di #Genova e della Calabria, Mattarella, in segno di lutto, non sarà a #Venezia per inaugurazione Festival del cinema. Ecco come si comporta un uomo delle istituzioni. Qualcun altro sarebbe andato e avrebbe tirato in ballo l'amore. Grillini prendano appunti".
 
Le opposizioni tengono ancora alta la polemica contro il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ed il suo post Istagram dalle vacanze. Forza Italia continua a chiedere, "per decenza verso i morti", la revoca della commissione ministeriale nominata per far luce sul disastro dal ministro. "Probabilmente Toninelli è ancora intento a giocare sulla spiaggia, ma dovrebbe invece rendere conto del conflitto di interessi della commissione", insiste Nino Germanà, deputato di Fi. "Perché Toninelli non mantiene la promessa di desecretare tutti gli atti del Contratto con Autostrade? Aspetta di tornare dalle vacanze?", chiede impietoso il senatore di FdI Adolfo Urso. "Il problema di Toninelli non è che sia andato in vacanza, ma che presto tornerà per alimentare ulteriore confusione", chiosa caustico Maurizio Gasparri, senatore azzurro. E Giorgio Mulè, portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato: "Il ministro Toninelli non perda altro tempo: metta da parte secchiello e paletta, si ricordi che qui non dormiamo la notte al pensiero di quei morti in attesa di giustizia".
 
Il Pd non abbassa i toni. "Anzichè dare risposte in Parlamento o ai singoli deputati che ieri sono andati al Mit, Toninelli ha pensato bene di tornare al mare", insiste Matteo Renzi, già severo ieri con il ministro. E la senatrice Monica Cirinnà rincara: "Ancora in vacanza in Francia in Costa Azzurra? Gli italiani piangono morti, la Diciotti è bloccata con tante persone prigioniere. Ecco il senso di responsabilità del Governo del Cambiamento. Vai a lavorare".