Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Aereo decolla da Cinto friulano 61enne muore vicino a Pordenone

CINTO CAOMAGGIORESi leva in volo dall’aviosuperficie di Cinto Caomaggiore e si schianta con l’ultraleggero, poco dopo le 10.30 di ieri, sulle colline sopra Vigonovo, una frazione di Fontanafredda...

CINTO CAOMAGGIORE

Si leva in volo dall’aviosuperficie di Cinto Caomaggiore e si schianta con l’ultraleggero, poco dopo le 10.30 di ieri, sulle colline sopra Vigonovo, una frazione di Fontanafredda nella provincia di Pordenone, rimanendo gravemente ferito per poi spirare in ospedale.

L’uomo è stato elitrasportato all’ospedale di Udine. Alfiero Scarpat era un pilota amatoriale di 61 anni, residente nella cittadina a Polcenigo.

Frequenta il circolo cintese da almeno 8 anni e ieri avrebbe dovuto ra ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CINTO CAOMAGGIORE

Si leva in volo dall’aviosuperficie di Cinto Caomaggiore e si schianta con l’ultraleggero, poco dopo le 10.30 di ieri, sulle colline sopra Vigonovo, una frazione di Fontanafredda nella provincia di Pordenone, rimanendo gravemente ferito per poi spirare in ospedale.

L’uomo è stato elitrasportato all’ospedale di Udine. Alfiero Scarpat era un pilota amatoriale di 61 anni, residente nella cittadina a Polcenigo.

Frequenta il circolo cintese da almeno 8 anni e ieri avrebbe dovuto raggiungere un gruppo di amici radunati proprio vicino al suo paese di residenza. All’arrivo dei vigili del fuoco del comando provinciale di Pordenone e del distaccamento di Sacile, il pilota era incastrato tra le lamiere dell’ultraleggero, che presentava anche delle consistenti perdite di carburante.

Scarpat era cosciente, ma grave. Con l’ausilio delle pinze oleodinamiche, i pompieri hanno provveduto a estrarre il pilota e ad affidarlo agli operatori sanitari del 118 di Pordenone.

Il velivolo è stato messo in sicurezza mentre Alfiero Scarpat veniva adagiato sulla lettiga e poi caricato sull’elicottero del servizio di soccorso del Friuli Venezia Giulia. L’elisoccorso ha trasportato il ferito all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, dove è stato accolto in prognosi riservata, ma a nulla sono valsi i tentativi dei medici di tenerlo in vita. I rilievi dell’incidente sono stati eseguiti dai carabinieri della compagnia di Sacile. Grande l’apprensione degli amici dell’aviosuperficie di Cinto, che sono in attesa di notizie dall’spedale friulano.

La struttura aeroportuale è gestita da Flavio Toppan, residente nella vicina Giai e consigliere comunale a Gruaro nel gruppo di maggioranza.

«Da come mi hanno descritto l’incidente», ha sostenuto Toppan dopo l’incidente ma prima della notizia della morte del collega e amico, «sembra che a causare la caduta dell’aereo sia stato proprio un errore di Alfiero». —

R.P.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI