Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Stevanato, dalla malattia alla VeniceMarathon

NOALEÈ stata solo una tappa di avvicinamento a quella che sarà la data per eccellenza: domenica 28 ottobre 2018. Ma il Comune di Scorzè ha voluto premiare Fabrizio Stevanato, il 44enne di Noale che...

NOALE

È stata solo una tappa di avvicinamento a quella che sarà la data per eccellenza: domenica 28 ottobre 2018. Ma il Comune di Scorzè ha voluto premiare Fabrizio Stevanato, il 44enne di Noale che si sta preparando a voler tagliare il traguardo della VeniceMarathon dopo aver sconfitto il cancro. L’uomo ha partecipato alla maratonina di Scorzè inserita nella Festa dello sport e alla fine il sindaco Giovanni Battista Mestriner l’ha premiato per quanto sta portando avanti e, soprattutto, per l ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

NOALE

È stata solo una tappa di avvicinamento a quella che sarà la data per eccellenza: domenica 28 ottobre 2018. Ma il Comune di Scorzè ha voluto premiare Fabrizio Stevanato, il 44enne di Noale che si sta preparando a voler tagliare il traguardo della VeniceMarathon dopo aver sconfitto il cancro. L’uomo ha partecipato alla maratonina di Scorzè inserita nella Festa dello sport e alla fine il sindaco Giovanni Battista Mestriner l’ha premiato per quanto sta portando avanti e, soprattutto, per la speranza che sta diffondendo ai tanti malati.

Stevanato ha messo in piedi l’associazione “Corri in muso al cancro” per promuovere iniziative benefiche e sta raccogliendo fondi per cambiare i computer portatili del reparto di Verona dove è stato operato e ha trovato tanta competenza e umanità. Tutto iniziò il 27 aprile del 2017, quando gli fu diagnosticato un tumore al pancreas. E la sua vita cambiò per sempre. Dopo l’intervento, non riusciva a camminare. Poi cominciò a percorrere i primi 250 metri che collegano le due piazze di Noale: c’impiegò un’ora ma fu l’inizio della rinascita. Infatti non si perse d’animo e partì la sua storia: con il passare del tempo le forze ritornarono e con esse la voglia di fare qualcosa di speciale. E nel mirino c’è Venezia. —

Alessandro Ragazzo