Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lavori al ponte della Vittoria lunghe code e polemiche

Le auto sono incolonnate già da via Battisti e corso Trentin e in arrivo da Musile Forcolin: «Serve un senso unico e liberalizzare il passaggio a Fossalta»

SAN DONÀ

Lunghe code e disagi verso il ponte della Vittoria, centro cittadino paralizzato in questi giorni in cui è entrato in vigore il senso unico alternato per consentire i lavori di dipintura fino al 7 settembre. La polizia locale ha lanciato un appello affinché gli automobilisti usino il ponte dei Granatieri, oppure il ponte di barche a pagamento a Fossalta di Piave o ancora il ponte di Eraclea. Un altro consiglio è quellodi utilizzare le passerelle ciclopedonali che restano aperte, in ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN DONÀ

Lunghe code e disagi verso il ponte della Vittoria, centro cittadino paralizzato in questi giorni in cui è entrato in vigore il senso unico alternato per consentire i lavori di dipintura fino al 7 settembre. La polizia locale ha lanciato un appello affinché gli automobilisti usino il ponte dei Granatieri, oppure il ponte di barche a pagamento a Fossalta di Piave o ancora il ponte di Eraclea. Un altro consiglio è quellodi utilizzare le passerelle ciclopedonali che restano aperte, in particolare per chi abita nelle vicinanze del ponte.

Molti automobilisti, infatti, si sono diretti in questi giorni al ponte della Vittoria senza curarsi della regolazione attraverso semaforo e senso unico alternato. Il problema è però che le code si sono formate in questi giorni anche al ponte di barche di Fossalta. Le code in città sono concentrate invece soprattutto tra via Battisti e corso Trentin, a tutte le ore del giorno a San Donà, e poi dal lato di Musile sulla statale 14 e i collegamenti.

Il vice governatore del Veneto, Gianluca Forcolin, è tornato sulla questione lavori al ponte per suggerire qualche soluzione alternativa. «La situazione del traffico», dice Forcolin, «è destinata a peggiorare dopo i giorni del Ferragosto. Il traffico aumenterà e fino al 7 settembre avremo il centro di San Donà paralizzato. Io credo che i Comuni debbano prendere in considerazione con Anas la possibilità di garantire un indennizzo ai proprietari del ponte di barche a Fossalta, perché questa struttura sia lasciata aperta al traffico gratuitamente. In secondo luogo, piuttosto che il senso unico alternato dovrebbe essere considerato un solo senso di marcia, verso Musile piuttosto che verso San Donà. Ci vorrebbe uno studio sui flussi per capire quale sia il più ingente».

Le polemiche tra gli automobilisti si sono rinfocolate anche perché in questi giorni non si sono visti grandi movimenti e lavori sul ponte o intere squadre al lavoro, forse anche per motivi tecnici. Ma è chiaro che in una fase così delicata anche questo aspetto ha aumentato le critiche tra chi non accetta di attendere davanti al semaforo.

Una situazione difficile che comunque non poteva essere rinviata per garantire la sicurezza del ponte, sottoposto a uno stress di traffico importante, probabilmente eccessivo.

I lavori di dipintura proseguiranno fino al 7 settembre. Dopo quella data il ponte resterà chiuso totalmente per cinque giorni, in modo tale da smontare le impalcature. Poi inizieranno i lavori di manutenzione ai giunti fino a metà ottobre, che però non richiederanno alcuna chiusura del ponte in quanto si svolgeranno nella parte sottostante, quindi non dovrebbero esserci ulteriori particolari problemi. —