Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Chiesa piena all’addio del 76enne morto nell’incidente nautico

L’anziano ricordato nell’omelia da don Giuseppe Masiero «Era una persona solare, che amava la pesca e la sua laguna» 



CAMPAGNA LUPIA

«Giovanni era una persona solare, sempre con il sorriso sulle labbra, una persona amata da tutti, un affettuoso padre di famiglia e un grande appassionato di pesca in laguna. La sua è una grande perdita per tutta la comunità». Così ieri pomeriggio il parroco della chiesa di San Pietro di Campagna Lupia don Giuseppe Masiero ha ricordato, durante il funerale, Giovanni “Gianni” Rampazzo, l’uomo di 76 anni morto sabato scorso in un incidente nautico nella laguna sud di Venezia fr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter



CAMPAGNA LUPIA

«Giovanni era una persona solare, sempre con il sorriso sulle labbra, una persona amata da tutti, un affettuoso padre di famiglia e un grande appassionato di pesca in laguna. La sua è una grande perdita per tutta la comunità». Così ieri pomeriggio il parroco della chiesa di San Pietro di Campagna Lupia don Giuseppe Masiero ha ricordato, durante il funerale, Giovanni “Gianni” Rampazzo, l’uomo di 76 anni morto sabato scorso in un incidente nautico nella laguna sud di Venezia fra Giare di Mira e Valle Averto a Lugo di Campagna Lupia.

La chiesa per l’occasione era affollata di tanti amici e parenti, vicini e anche appassionati della laguna, che condividevano con Giovanni. «Quella che era la grande passione di Giovanni», ha detto Don Giuseppe, «da quando era tornato a vivere a Campagna Lupia, si è improvvisamente trasformata, da un momento all’altro in una tragedia». Giovanni Rampazzo originario di Lugo di Campagna Lupia si era spostato diverse decine di anni fa a in provincia di Verona a Montecchio. Prima aveva fatto il muratore e poi si era messo in proprio gestendo una azienda agricola con allevamento di polli e conigli.

Nel 2008 è andato in pensione e si era ritrasferito a Campagna Lupia con la sua compagna Adriana dove intendeva passare gli anni della pensione vicino alla sua amata laguna. Lascia la compagna Adriana, e 4 figli. Sabato scorso l’uomo che risiedeva con la famiglia in via Amerigo Vespucci a Lugo, era andato a fare una escursione in laguna poco distante dall’oasi del Wwf di Valle Averto, ed era alla guida della sua piccola barca in compagnia di altre 4 persone, quando, il natante che era omologato per tre, si è rovesciato all’arrivo di un’onda anomala e “ Gianni “ come era chiamato da tutti è annegato. In questi giorni tantissime persone si sono strette intorno alla famiglia colpita dal terribile lutto. Anche il sindaco del paese Alberto Natin ha espresso il cordoglio suo e dell’ente locale per una tragedia inaspettata. —