Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

In centinaia ieri all’addio del fondatore della Clea

CAMPOLONGOC’erano centinaia di persone ieri nella chiesa di Campolongo per dare l’ultimo saluto a Sergio Zerbin, 82 anni, uno dei fondatori della Clea, una cooperativa nel campo dell’edlizia che da...

CAMPOLONGO

C’erano centinaia di persone ieri nella chiesa di Campolongo per dare l’ultimo saluto a Sergio Zerbin, 82 anni, uno dei fondatori della Clea, una cooperativa nel campo dell’edlizia che da Campolongo è diventata leader nel Nordest.

Sergio Zerbin aveva fondato la Clea il 7 agosto del 1959 a 23 anni con Pietro Masiero e Giovanni Spolador . Ora la cooperativa che è guidata dal figlio Sandro, ha 174 soci .

«Sergio Zerbin», ha detto celebrando l’estremo saluto, don Emanuele, parroco di C ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOLONGO

C’erano centinaia di persone ieri nella chiesa di Campolongo per dare l’ultimo saluto a Sergio Zerbin, 82 anni, uno dei fondatori della Clea, una cooperativa nel campo dell’edlizia che da Campolongo è diventata leader nel Nordest.

Sergio Zerbin aveva fondato la Clea il 7 agosto del 1959 a 23 anni con Pietro Masiero e Giovanni Spolador . Ora la cooperativa che è guidata dal figlio Sandro, ha 174 soci .

«Sergio Zerbin», ha detto celebrando l’estremo saluto, don Emanuele, parroco di Campolongo, «è stato sempre un imprenditore, una persona generosa e onesta che con il suo impegno ha aiutato tantissime persone. Tutti coloro che sono qui a rendergli l’ultimo saluto sono il simbolo del grande affetto che tutti hanno per lui a Campolongo e in tutto il Veneto». Fra le grandi opere costruite dalla Clea , l’ospedale di Piove di Sacco, il restauro del Tribunale di Padova, il recupero dell’isola di San Servolo a Venezia . In paese molti ricordano i doni fatti dalla famiglia Zerbin alle persone povere di Campolongo , senza mai volere nulla in cambio. Dopo l’estremo saluto l’imprenditore è stato sepolto nella tomba di famiglia. —

A.Ab.