Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cancellata la condanna a 2 pescatori accusati di danni per l’uso della rasca

chioggiaLa Corte di Cassazione cancella la sentenza di condanna a carico dei fratelli Roberto e Andrea Frezzato, pescatori di Chioggia: la Corte d’Appello di Venezia nel 2016 aveva stabilito una pena...

chioggia

La Corte di Cassazione cancella la sentenza di condanna a carico dei fratelli Roberto e Andrea Frezzato, pescatori di Chioggia: la Corte d’Appello di Venezia nel 2016 aveva stabilito una pena di 6 mesi ciascuno per aver danneggiato il fondale della laguna raccogliendo le vongole veraci con l’idrorasca, l’attrezzo utilizzato dai caparozolanti. I giudici della Suprema Corte hanno accolto il ricorso presentato dal legale dei due pescatori, l’avvocato Luca Fogo, il quale ha sostenuto com ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

chioggia

La Corte di Cassazione cancella la sentenza di condanna a carico dei fratelli Roberto e Andrea Frezzato, pescatori di Chioggia: la Corte d’Appello di Venezia nel 2016 aveva stabilito una pena di 6 mesi ciascuno per aver danneggiato il fondale della laguna raccogliendo le vongole veraci con l’idrorasca, l’attrezzo utilizzato dai caparozolanti. I giudici della Suprema Corte hanno accolto il ricorso presentato dal legale dei due pescatori, l’avvocato Luca Fogo, il quale ha sostenuto come la perizia effettuata nel corso del processo di primo grado avesse escluso danneggiamenti del fondale da imputare ai Frezzato. Tanto che il giudice monocratico all’epoca aveva assolto i fratelli. Poi la Corte d’Appello, a cui si era rivolta la Procura, aveva ribaltato la sentenza, giungendo alla condanna. Ora il nuovo colpo di scena in Cassazione: i giudici romani hanno annullato la sentenza di secondo grado e rinviato gli atti alla Corte d’Appello che nei prossimi mesi dovrà riesaminare il procedimento.

I fatti contestati ai fratelli Frezzato risalgono al 2012 lungo il canale Avesa, nel territorio di Mira. Roberto e Andrea, assieme al padre che nel frattempo è morto, erano stati sorpresi dai carabinieri mentre pescavano vongole veraci con l’idrorasca. Erano stati multati per le violazioni amministrative e denunciati all’autorità giudiziaria per il danneggiamento dei fondali della laguna provocato dall’utilizzo dell’attrezzo che ha una lama di una cinquantina di centimetri e quindi “ara” il fondale. Un danneggiamento che un tempo era provocato da centinaia di imbarcazioni da pesca, soprattutto di Pellestrina, Chioggia e Cavallino-Treporti.

Nel corso del processo di primo grado era stata effettuata una perizia con un esperimento giudiziale secondo cui non c’era stato danneggiamento ambientale da parte dei due pescatori. L’avvocato Fogo ha valorizzato le conclusioni della perizia nel ricorso in Cassazione che è stato accolto. —

Rubina Bon

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI