Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sacrestano folgorato Addio nella “sua”chiesa nel rione di San Nicolò

PORTOGRUARO. Costernazione ha suscitato in tutta la comunità portogruarese, e in particolare nel rione di San Nicolò, la notizia della tragica scomparsa di Giancarlo Botteon, il 71enne sacrestano...

PORTOGRUARO. Costernazione ha suscitato in tutta la comunità portogruarese, e in particolare nel rione di San Nicolò, la notizia della tragica scomparsa di Giancarlo Botteon, il 71enne sacrestano della chiesa di San Nicolò e volontario all’asilo parrocchiale, morto dopo essere stato colpito da una scarica elettrica mentre lunedì pomeriggio stava cambiando una lampadina.

Cadendo all’indietro l’uomo, originario di San Fior di Sopra, aveva sbattuto con violenza la testa. La Procura di Pordenone ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PORTOGRUARO. Costernazione ha suscitato in tutta la comunità portogruarese, e in particolare nel rione di San Nicolò, la notizia della tragica scomparsa di Giancarlo Botteon, il 71enne sacrestano della chiesa di San Nicolò e volontario all’asilo parrocchiale, morto dopo essere stato colpito da una scarica elettrica mentre lunedì pomeriggio stava cambiando una lampadina.

Cadendo all’indietro l’uomo, originario di San Fior di Sopra, aveva sbattuto con violenza la testa. La Procura di Pordenone, come precisano i familiari, già nella tarda serata di lunedì aveva rilasciato il nulla osta alla sepoltura.

Non si saprà mai, dunque, se Botteon sia deceduto per le conseguenze della folgorazione o per il colpo secco rimediato alla nuca cadendo dalle scalette a pioli. Il corpo era stato recuperato dalla ditta Dal Mas.

Il rosario verrà recitato in suffragio questa sera, con inizio alle 19. 30, nella chiesa di San Nicolò, dove domani alle 15.30 verrà celebrato il funerale. La salma verrà tumulata a San Fior.

Don Elvio Morsanuto, parroco di San Nicolò, ha anticipato il rientro dalle ferie in montagna, organizzate sul lago di Santa Croce, dove stava trascorrendo un periodo di vacanza con gli scout.

Giancarlo Botteon era il suo più fidato collaboratore. Il 71enne viveva in una villetta in stile liberty, che ha fatto ristrutturare, in viale Pordenone 23, nel cuore del rione sannicolese.

Lascia nel dolore la moglie Anna Belloni, nativa di Torre di Mosto ma cresciuta a Caorle; le due figlie Tatiana e Vanna, oltre ai nipotini che adorava. «Ancora non ci rendiamo conto di quanto accaduto», ha riferito emozionato il genero di Giancarlo, «la Procura ha fornito subito il nulla osta dopo aver ascoltato i carabinieri. Siamo pronti per l’addio». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.