Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La moglie e i parenti stretti nel dolore per la morte di Matteo

Domani i funerali del 36enne che ha perso la vita venerdì nel frontale avvenuto vicino all’incrocio della Madonnina 

CEGGIA

«Ti ringrazio per ogni istante, per ogni respiro, per ogni carezza, che mi hanno accompagnato in questi tredici anni». Sono le parole di grande intensità con cui la moglie e tutti i parenti di Matteo Guiotto hanno voluto esprimere il loro immenso dolore.

Frasi impresse sulle epigrafi che annunciano i funerali del 36enne di Ceggia, ma residente a Fiorentina di San Donà, che ha perso la vita in un tragico incidente sulla statale Triestina.

Matteo Guiotto era originario di Ceggia, dov’ ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CEGGIA

«Ti ringrazio per ogni istante, per ogni respiro, per ogni carezza, che mi hanno accompagnato in questi tredici anni». Sono le parole di grande intensità con cui la moglie e tutti i parenti di Matteo Guiotto hanno voluto esprimere il loro immenso dolore.

Frasi impresse sulle epigrafi che annunciano i funerali del 36enne di Ceggia, ma residente a Fiorentina di San Donà, che ha perso la vita in un tragico incidente sulla statale Triestina.

Matteo Guiotto era originario di Ceggia, dov’era cresciuto. E proprio a Ceggia, nella notte tra giovedì e venerdì, ha incontrato il suo tragico destino. L’uomo, a bordo della sua Peugeot, ha perso la vita in uno scontro frontale con una Golf su cui si trovavano due donne di origine asiatica, ma residenti in Svizzera. L’incidente è avvenuto all’altezza del cosiddetto «incrocio della Madonnina», che immette verso il centro di Ceggia. Matteo Guiotto lascia la moglie Stefania Casagrande e due figli. Viveva insieme alla famiglia in via Falcone, a Fiorentina di San Donà, dove la coppia aveva trovato casa dopo il matrimonio. A Ceggia abitano ancora i genitori del 36enne, papà Bruno e mamma Antonella.

Matteo Guiotto, che lavorava come tecnico di impianti di sicurezza, lascia anche un fratello, Paolo. Oggi alle 19 nella chiesa di Ceggia sarà recitato il Rosario.

Domani, alle 16, nella stessa parrocchiale, si svolgeranno i funerali. Intanto in paese tiene banco la discussione sulla pericolosità degli incroci sulla Triestina. Tema che si trascina da anni e al centro del dibattito nel penultimo consiglio comunale, a seguito di un’interrogazione della lista Fare per Ceggia. Sulla problematica il sindaco Mirko Marin ha scritto più volte all’Anas. Il Comune ha chiesto una rotatoria all’incrocio tra via IV Novembre e la Triestina, quindi un semaforo all’incrocio con via Piavon e un’altra rotatoria all’incrocio di Pra’ di Levada. Quanto all’incrocio della Madonnina, sembrava più sicuro. Almeno fino all’altra notte. —