Venezia, turista borseggiato scrive al ladro: "Sono malato e sto per morire"

Martedì mattina in zona marciana dei ladri hanno rubato il portafoglio a un turista americano che si è recato dalla polizia e ha chiesto di diffondere questa lettera

VENEZIA. "Questo è il mio ultimo viaggio con mia moglie. Sono malato di cancro e sto per morire".

Inizia così la struggente lettera scritta a mano da un turista americano, in vacanza forse per l'ultima volta con sua moglie.

L'uomo è stato borseggiato in area marciana, forse sul vaporetto numero 1 o in piazza San Marco. Non appena se n'è accorto si è recato dalla polizia in Piazza e ha lasciato una lettera, chiedendo di diffonderla. 

Chiunque trovi il suo portafoglio lo porti dalla polizia in piazza San Marco.

Ecco il testo tradotto, dedicato alla persona che lo ha borseggiato:

"So che probabilmente non leggerai questo testo e non te ne importerà neanche nulla.

Noi siamo arrivati nella tua bellissima città il 14 luglio alle 14. Sul vaporetto numero 1 sono diventato la tua prossima vittima.

Questo è il mio ultimo viaggio con mia moglie. Sto morendo di cancro.

Mi hai lasciato senza soldi e senza carta di credito. Immagina anche solo per un istante quello che questo causa alla tua vittima. Ho pregato per perdonarti e prego per te affinché tu ti allontani da questo peccato che ferisce le persone innocenti.

Ti perdono. Michael Veley".

 

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi