Chioggia, avvistata una foca monaca: "Bellissimo incontro"

Una foca monaca fotografata da Emanuele Coppola (non è quella avvistata domenica a Chioggia)

Nessun dubbio da parte degli esperti sull'avvistamento lungo il canale del Brenta: "Godetevi l'incontro, ma non cercate di toccarle"

CHIOGGIA.  Emozionante incontro con una foca monaca, che si è spinta fino al Canale del  Brenta.

A raccontare ai volontari della Lipu il fortunato faccia a faccia con il simpatico animale, una coppia di ritorno con la propria barca in darsena, verso le 18 di domenica sera: all'improvviso - hanno raccontato - vicino alla barca è apparsa la piccola testa curiosa, che si è subito immersa. 

Quando ormai credevano di aver quasi preso un abbaglio, ecco la foca riemergere proprio dietro la barca, in tutta la sua simpatica bellezza: neppure il tempo di mettere mano al cellulare, che l'animale è scomparso nuovamente.

Ma per la Lipu e il suo Gruppo avvistamento foca monaca non c'è dubbio, non si è trattato di un abbaglio: un esemplare di foca è tornato a spingersi all'interno della laguna di Venezia, come era già accaduto nel 2013, quando per settimane gli avvistamenti si susseguirono a Venezia.

"Non ho dubbi riguardo a questo avvistamento, che ne confermano altri: la foca monaca è tornata ed è una bellissima notizia", commenta Enrico Coppola, presidente del Gruppo di avvistamento foca monaca, "confermata anche dai resti di un esemplare, trovati al confine con l'Emilia. c'è una colonia numerosa lungo le coste croate e qualkche animale si spinge fino a noi. L'importante, se li incontrate, è non cercare assolutamente di toccarle e di tenere a bada gli animali domestici. Per il resto, godetevi questo incontro magnifico".

Per segnalazioni e contatti, la Lipu fornisce questo indirizzo web http://www.lipuvenezia.it/index.php/voce-1/contatti-e-segnalazioni

Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi