Scontro all’incrocio, un morto e un ferito

Ennesimo incidente in via Gaffarello. La vittima è un operaio di 29 anni. Il motore della sua auto trovato a 30 metri

SANTA MARIA DI SALA. Violentissimo scontro semifrontale sul Graticolato, due auto precipitano nel fosso, muore un ventinovenne di Villa del Conte, Ion Ungureanu; ferito gravemente un autotrasportatore di Sant’Eufemia di Borgoricco. Giuseppe “Beppino” De Gasperi, 60 anni.

La tragedia è accaduta quando mancavano 5 minuti alle 3 al confine tra Borgoricco e Santa Maria di Sala. Esattamente all’incrocio di via Gaffarello, strada che collega il Veneziano con il Padovano, e via Cornara, che taglia da nord a sud. I residenti dicono di aver sentito “una bomba”, per il botto le auto sono andate disintegrate. Pochissimi minuti dopo, sempre da Santa Maria di Sala, in via Gaffarello è transitato l’onorevole Alberto Stefani, neo deputato del Carroccio nonché consigliere comunale di opposizione a Borgoricco. Rientrava da una serata con il suo gruppo politico e ha visto la strada piena di detriti. Stefani, in compagnia di un amico, è sceso dall’auto si è trovato davanti una scena drammatica.


In seguito al violentissimo impatto le due auto, la BMW Serie 3 bianca di Ungureanu, e la VW Passat di De Gasperi erano entrambe nel fossato con la parte anteriore rivolta a sud. Stefani ha subito chiamato i soccorsi. Insieme ai carabinieri della stazione di Campodarsego sono arrivati i colleghi della Compagnia di Mestre e i Vigili del Fuoco di Padova, giunti sul posto con il supporto dei volontari di Santa Giustina in Colle con autobarca e due autogru.

I pompieri, in tutto 12 operatori, hanno posizionato le scalette e sono scesi nel fossato, dove c’erano pochi centimetri di acqua. I due conducenti sono stati estratti dalle lamiere e presi in cura dal personale del Suem 118.

Niente da fare, purtroppo, per Ungureanu, deceduto nonostante i tentativi di rianimazione del personale sanitario. De Gasperi è stato stabilizzato e trasferito in ambulanza al Pronto Soccorso di Padova, accolto con la riserva della prognosi e poi trasferito in Rianimazione nel reparto di Neurochirurgia. Le sue condizioni sono molto gravi ed è tenuto in coma farmacologico. I rilievi sono stati eseguiti dai carabinieri di Mirano, che stanno ricostruendo la dinamica, che non si presenta chiarissima in quanto allo stato non ci sono testimoni e la posizione delle auto non è di aiuto. L’ipotesi è che si sia trattato di una mancata precedenza: ammesso che De Gasperi provenisse da Santa Maria di Sala, dov’era stato a cena, c’è la probabilità che Ungureanu arrivasse dalla laterale via Cornara provenendo da Borgoricco. Il motore della sua BMW è stato trovato sull’altro tratto di via Cornara, a 30 metri di distanza dal fosso dove i veicoli sono precipitati. Un quadro più preciso lo si avrà quando i militari potranno sentire il ferito.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi