Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ritornano i turisti alberghi e camping verso il tutto esaurito

Jesolo. Hotel occupati al 90%, vuoti invece gli appartamenti ma aumentano le prenotazioni e l’Aja cerca personale

JESOLO. Dopo un paio di settimane “difficili” sulla costa veneziana ritornano i turisti e nelle maggiori località del litorale alberghi, residence e camping si avvicinano al tutto esaurito. Stenta a decollare il settore degli appartamenti che procede con una marcia molto più bassa. Al Lido di Jesolo occupazione alberghiera verso il 90% grazie all’arrivo di tante famiglie italiane dopo che è finita la scuola.

Il clima caldo e soleggiato ha sicuramente aiutato tra maggio e giugno, salvo qualch ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

JESOLO. Dopo un paio di settimane “difficili” sulla costa veneziana ritornano i turisti e nelle maggiori località del litorale alberghi, residence e camping si avvicinano al tutto esaurito. Stenta a decollare il settore degli appartamenti che procede con una marcia molto più bassa. Al Lido di Jesolo occupazione alberghiera verso il 90% grazie all’arrivo di tante famiglie italiane dopo che è finita la scuola.

Il clima caldo e soleggiato ha sicuramente aiutato tra maggio e giugno, salvo qualche errore nelle previsioni meteo tutto sommato trascurabile. Dal 25 aprile in poi tutti i ponti e i fine settimana importanti, comprese le festività di Pentecoste, Ascensione e Corpus Domini, e il 2 giugno, hanno permesso di fare il pieno nelle strutture ricettive più importanti. Adesso, da Bibione a Sottomarina, sulla costa veneziana è iniziata davvero la stagione 2018. E siamo “solo” a fine giugno, mese il cui bilancio sarà sicuramente con il segno positivo, salvo forse per gli appartamenti che lamentano più difficoltà a ingranare.

Ieri mattina, come venerdì sera, traffico intenso in ingresso da San Michele al Tagliamento verso Bibione e Lignano, poi alle porte di Caorle e naturalmente al Lido di Jesolo dove la viabilità presenta molti rallentamenti, con lunghe code dall’altezza dell’aeroporto Marco Polo fino a Portegrandi e poi via dritti verso il litorale con la rotonda di Santa Maria. Il traffico è stato intenso anche sulla Romea verso Sottomarina. Non c’è stata però la paralisi che si verificava in passato sul litorale, forse proprio per la mancanza dei turisti che affittano appartamenti. Tanti italiani, ma anche tedeschi e austriaci, svizzeri, olandesi, turisti dei Paesi dell’Est che stanno arrivando in attesa del boom previsto per luglio e agosto. Sono gli italiani adesso quelli che più prenotano, nel weekend o per una o due settimane. «Siamo entrati nel vivo della stagione estiva», commenta il presidente dell’Associazione jesolana albergatori (Aja) Alberto Maschio, «con alberghi verso l’85-90%». Le attività turistiche sono alla ricerca di personale per coprire i posti mancanti: aiuto cuochi, lavapiatti, baristi, camerieri. E soprattutto nel fine settimana, quando la manodopera è più difficile da reperire.

A Jesolo vivacità anche nel mondo della notte, con le discoteche aperte, dal Muretto al King’s, Vanilla, Marina Club, Gasoline e numerosi altri locali che rappresentano un target importante per i giovani della movida. Il presidente di Federalberghi Veneto, Marco Michielli, è entusiasta: «Siamo molto vicini al tutto esaurito negli alberghi di tutte le località turistiche e credo che le prenotazioni stiano aumentando di continuo, tanto che presto sarà difficile trovare una camera».

©RIPRODUZIONE RISERVATA