Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Canale inquinato, moria di pesci

Gravi le conseguenze di uno sversamento lungo rio Oltrefossa

ANNONE VENETO. Liquami nel rio Oltrefossa, muoiono da giorni alcuni pesci. Imperversa sul piccolo corso d’acqua una grave forma di inquinamento il cui livello, precisano le autorità, sta comunque diminuendo.

Il piccolo fossato attraversa sia il territorio friulano che quello veneto, in comune di Annone. Le sostanze inquinanti possono essere state sversate nel vicino Comune di Pravisdomini, dalla località Case Lido. La segnalazione è stata inoltrata da alcuni passanti annonesi che hanno avut ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ANNONE VENETO. Liquami nel rio Oltrefossa, muoiono da giorni alcuni pesci. Imperversa sul piccolo corso d’acqua una grave forma di inquinamento il cui livello, precisano le autorità, sta comunque diminuendo.

Il piccolo fossato attraversa sia il territorio friulano che quello veneto, in comune di Annone. Le sostanze inquinanti possono essere state sversate nel vicino Comune di Pravisdomini, dalla località Case Lido. La segnalazione è stata inoltrata da alcuni passanti annonesi che hanno avuto modo di mettersi in contatto con le guardie dell’Aisa, Associazione Italiana Sicurezza Ambientale, che ha trasmesso una relazione alla Procura pordenonese informandola dell’evento. Ora si cercano i responsabili: rischiano pene severe.

Durante la loro ispezione purtroppo gli agenti hanno pure recuperato dei pesci morti e questo ha impressionato la comunità. L’Arpav sta valutando con i tecnici e le analisi quale sia il tipo di sostanza inquinante sversata che risulta simile al liquame.

Intanto ieri mattina, in un nuovo controllo, sono state rilevate meno tracce rispetto ai momenti delle prime segnalazioni, e questo viene interpretato come un segno positivo. Il monitoraggio continuerà anche nei prossimi giorni, e i tecnici cercheranno anche di identificare l’origine dell’inquinamento e quindi i possibili responsabili. (r.p.)