In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Auto si schianta su una casa e prende fuoco

Cavallino. Un’Alfa 147 tira dritto alla rotatoria e vola sull’abitazione incendiandola. Feriti due ventenni

1 minuto di lettura

CAVALLINO. Un’auto Alfa 147 nella notte tira dritto decollando come una meteora sulla rotatoria dell’Eurospin di Ca’ Vio per schiantarsi contro un’abitazione privata e prendere fuoco. Dall’impatto è nato un incendio che ha provocato numerosi danni alla facciata della casa e agli infissi esterni mettendo in pericolo la padrona di casa e la sua gattina.

Erano le 2.20 della notte fra giovedì e venerdì quando un’auto Alfa 147, che viaggiava lungo la provinciale Fausta in direzione Punta Sabbioni condotta da un ventenne di Cavallino-Treporti con un coetaneo a bordo, ha tirato dritto alla rotatoria di Ca’ Vio. L’aiuola della rotatoria sollevata dal sedime stradale ha fatto da trampolino per il mezzo che è letteralmente decollato abbattendo una palizzata per finire la sua corsa contro il muro esterno dell’abitazione confinante con la strada. «Il caso ha voluto», racconta l’addetto alla vigilanza privata M.M., 45 anni, residente a Mira, che in quel momento percorreva via Fausta durante il servizio notturno, «che sia stato il primo ad arrivare sul posto per prestare soccorso e mettere in sicurezza gli automobilisti in transito sbarrando la strada per il pericolo di scoppi. Quando ero appena giunto sul posto ho visto in mezzo al fumo il conducente che era già riuscito ad uscire dall’Alfa 147 in fiamme, mentre estraeva dall’auto l’amico passeggero tramortito dall’impatto. Nel frattempo la padrona di casa gridava disperata: la casa va a fuoco, la casa va a fuoco. I vigili del fuoco erano già stati allertati, ho chiamato i carabinieri e il 118 perché il conducente dell’auto si è sentito male per il trauma cranico che gli aveva provocato un’emorragia nasale. Con la padrona, sfidando le fiamme e il fumo, abbiamo solamente fatto a tempo a mettere in salvo la gatta che si nascosta sotto il letto». I due ventenni sono stati portati al Pronto soccorso di Jesolo dall’ambulanza della Croce Verde.

Francesco Macaluso

I commenti dei lettori