Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Pescatori abusivi sul Naviglio

I rangers hanno sequestrato ingenti quantità di molluschi bivalvi 

MIRA. Stavano pescando con attrezzature, reti non consentite di notte nel pieno centro di Mira sul Naviglio del Brenta. Sui pescatori sono piombati gli agenti dei rangers d’Italia, che li hanno bloccati, sanzionati e provveduto al sequestro delle reti e attrezzature da pesca.

«Grazie ancora una volta ai numerosi pescatori che da tempo si rivolgono al nucleo operativo ittico dei rangers D’Italia di Venezia, la scorsa notte», spiega Davide Formentello, capodelegazione dei rangers D’Italia Vene ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MIRA. Stavano pescando con attrezzature, reti non consentite di notte nel pieno centro di Mira sul Naviglio del Brenta. Sui pescatori sono piombati gli agenti dei rangers d’Italia, che li hanno bloccati, sanzionati e provveduto al sequestro delle reti e attrezzature da pesca.

«Grazie ancora una volta ai numerosi pescatori che da tempo si rivolgono al nucleo operativo ittico dei rangers D’Italia di Venezia, la scorsa notte», spiega Davide Formentello, capodelegazione dei rangers D’Italia Venezia, «si è provveduto nuovamente a sorprendere chi le regole sulla pesca non le rispetta. Utilizzo di attrezzatura non consentita, sequestro e verbali di sanzione amministrativa sono stati ancora una volta l’epilogo finale dell’intervento portato a termine dagli agenti sempre nelle ore più buie».

L’area tenuta sotto controllo da tempo dagli agenti è molto vasta e va per il Naviglio partendo da Marghera fino ad arrivare a Vigonovo e poi l’idrovia a Mira e a Martellago i laghetti. Sempre grazie alle segnalazioni, i rangers d’Italia sono riusciti a sequestrare nelle scorse settimane sempre a Mira ingenti quantità di molluschi bivalvi, come le vongole, che normalmente vengono scaricate dalle imbarcazioni sulle rive dell’idrovia o nelle parti più interne di Dogaletto.

In altri casi invece sono stati individuati pescatori presenti con grosse imbarcazioni direttamente all’interno dell’idrovia che grazie all’utilizzo di larghe reti facevano scempio di pesce in barba dei divieti. Nel frattempo, altre situazioni di pesca illegale sono state segnalate a Mira da chi con reti “passa” piccoli canali che normalmente sono utilizzati anche per l’irrigazione dei campi a raccolto. L’altra notte il salto di qualità con azioni illegali direttamente sul Naviglio.

Alessandro Abbadir