Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Venezia, arrampicatori per salvare l'antico orologio di San Giacometo

La lancetta con il leone marciano si era piegata e rischiava di rompere l'ingranaggio del 1422

VENEZIA. Operazione-salvataggio per l'antico orologio della chiesa di San Giacometo, a Rialto, la cui artistica lancetta si è danneggiata nel tempo: un raggio del "sole", con il leone marciano al centro, si è piegato (forse a causa del maltempo) e ha iniziato a graffiare il quadrante dell'orologio a 24 ore, risalente al 1422.

Il restauro dell'orologio di San Giacometo

Nella mattina di martedì 5 giugno due ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Operazione-salvataggio per l'antico orologio della chiesa di San Giacometo, a Rialto, la cui artistica lancetta si è danneggiata nel tempo: un raggio del "sole", con il leone marciano al centro, si è piegato (forse a causa del maltempo) e ha iniziato a graffiare il quadrante dell'orologio a 24 ore, risalente al 1422.

Il restauro dell'orologio di San Giacometo

Nella mattina di martedì 5 giugno due restauratori, arrampicatori della  Co.New.Tech - società che ha dato assistenza gratuita alla Confraternita della Misericordia che gestisce la chiesa ritenuta la più antica di Venezia - sono saliti in doppia corda sulla facciata di San Giacometo, tra lo stupore dei passanti.

Con l'aiuto dello staff degli Orologiai campanari di Venezia, la lancetta è stata staccata dall'interno dal suo perno e poi sfilata dai due arrampicatori.

Le immagini dell'intervento (Foto Roberta De Rossi)

Realizzata in ferro, la lancetta ha rivelato una antica doratura sotto uno strato di più recente pittura gialla: ora sarà affidata dalle mani dagli artigiani del ferro della fucina Ervas per il restauro, sotto il controllo della soprintendenza, che ha seguito tutte le fasi dell'intervento.