Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Nel 2014 lo stesso schianto con una morta

CAMPOLONGO MAGGIORE. Non è la prima volta che capita un grave incidente aereo di questo tipo a Campolongo. Quattro anni fa, il 7 luglio 2014, un altro ultraleggero precipitò poco distante da dove si...

CAMPOLONGO MAGGIORE. Non è la prima volta che capita un grave incidente aereo di questo tipo a Campolongo. Quattro anni fa, il 7 luglio 2014, un altro ultraleggero precipitò poco distante da dove si è schiantato Remigio Ferrara.

Quella volta perse la vita Lucia Battistello, donna di 48 anni che volava insieme al marito Renato Franco. L’uomo invece riportò numerose ferite, ma se la cavò. L’aereo, un Eurostar seminuovo dal valore di circa 70 mila euro, era partito nella prima mattinata dal ca ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOLONGO MAGGIORE. Non è la prima volta che capita un grave incidente aereo di questo tipo a Campolongo. Quattro anni fa, il 7 luglio 2014, un altro ultraleggero precipitò poco distante da dove si è schiantato Remigio Ferrara.

Quella volta perse la vita Lucia Battistello, donna di 48 anni che volava insieme al marito Renato Franco. L’uomo invece riportò numerose ferite, ma se la cavò. L’aereo, un Eurostar seminuovo dal valore di circa 70 mila euro, era partito nella prima mattinata dal campo di volo La Fattoria di Codevigo. I due coniugi si erano diretti in Croazia per passare lì una giornata di sole e mare. L’aereo, sulla strada del ritorno, era ormai vicino all’atterraggio quando, all’altezza della ferrovia Mestre Adria, qualcosa era andato storto e il velivolo aveva iniziato cadere. L’Eurostar era finito prima in un campo e poi si era schiantato contro la massicciata che sostiene i binari della ferrovia.

I coniugi Renato Franco e la moglie Lucia Battistello erano molto conosciuti a Piove di Sacco per la loro professione di parrucchieri in via Dal Molin, nel pieno centro della città. La coppia era molto affiatata e legata anche dallo stesso spirito di avventura che più volte li aveva spinti a partire per viaggi frequenti e imprese affascinanti in giro per il mondo.

«Fa impressione» spiegano i residenti «scoprire che quest’area sia un punto così trafficato da ultraleggeri. C’è da sperare, al netto di malori e guasti tecnici, che chi prende il brevetto di pilota sia preparato. Se un aereo cadesse contro un’abitazione o in mezzo ad una strada si conterebbero parecchie vittime».

(a.ab.)