Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il Venezia batte il Perugia 3-0. Il sogno continua

Arancioneroverdi senza pietà in una gara a ritmi altissimi. In rete Stulac, Modolo e il neoentrato Pinato.

VENEZIA. Meraviglioso Venezia, para la sfuriata del Perugia con un Diamanti pericoloso a sprazzi e impone la sua legge, calando un tris nel preliminare dei playoff che regolano l'accesso al "sogno" Serie A. Si cerca la terza dopo Empoli e Parma.

La splendida vittoria del Venezia: 3-0 al Perugia

Un Pierluigi Penzo da grandi occasioni. Contro il  Perugia di Alessandro Nesta in panchina per gli arancioneroverdi c'è D'Angelo a causa della squalifica comminata a Inzaghi. 

Si parte subito con un ruggito al 2' quando il pubblico vede Litteri ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VENEZIA. Meraviglioso Venezia, para la sfuriata del Perugia con un Diamanti pericoloso a sprazzi e impone la sua legge, calando un tris nel preliminare dei playoff che regolano l'accesso al "sogno" Serie A. Si cerca la terza dopo Empoli e Parma.

La splendida vittoria del Venezia: 3-0 al Perugia

Un Pierluigi Penzo da grandi occasioni. Contro il  Perugia di Alessandro Nesta in panchina per gli arancioneroverdi c'è D'Angelo a causa della squalifica comminata a Inzaghi. 

Si parte subito con un ruggito al 2' quando il pubblico vede Litteri cadere in piena area, ma il signor Abbattista, a due passi, fa cenno di proseguire.

Il Venezia appare spigliato ma anche in affanno su Diamanti: il bomber dei Grifoni tiene Garofalo sulle spine. Tanto che l'arancioneroverde rimedia un giallo per un fallo a centrocampo che il perugino ottiene d'esperienza. Con questo avvertimento Diamanti riesce a compiere due conclusioni consecutive al 21' e al 22' che Audero sventa, aiutandosi anche con l'angolo. Brividi sugli spalti.

GOL! Provvidenziale il gol di Stulac, proprio quando la pressione umbra sembrava rendersi pericolosa. Giocato al meglio l'angolo battuto da Garofalo che segue uno schema con Sucio e infine serve Leo Stulac che esplode una cannonata che gela Leali.

Si va al riposo in vantaggio e tutto sarebbe rosa se prima del doppio fischio non arrivasse un secondo giallo questa volta a Suciu.

RIPRESA. Il Venezia appare a tratti arrembante. Due conclusioni pericolose. La prima ancora di Stulac al 54'. Palla fuori di poco. La seconda 2' dopo con Stulac che serve Falzerano e conclusione deviata in angolo.

Un bel contropiede Litteri Falzerano viene fermato daslla difesa biancorossa. Da questo momento il Perugia prende in mano le redini del gioco: tre conclusioni di Bonaiuto e Bianco (deviazione) impegnano Audero.

D'Angelo preferisce il cambio dietro le punte: al 67' esce l'ammonito Suciu, che sembra non averne più, al suo posto entra Pinato.

Ancora cambi tra le fila arancioneroverdi: al 70' esce la punta Litteri, al suo posto viene schierato Zigoni che gioca più arretrato.

Dalla panchina Umbra Nesta risponde togliendo un interdittore come Bianco preferendogli Terrani. Perugia a trazione anteriore.

GOL! Ma al 74 su azione conseguente al sesto angolo per il Venezia è Marco Modolo a fulminare Leali.

Il Perugia sente la pressione arancioneroverde, il Venezia non deve mollare. Audero in uscita sui piedi di Bonaiuto: anticipo perfetto del portiere lagunare.

I minuti scorrono, è l'81': esce Falzerano, da preservare, entra Fabiano.

GOL! Il neoentrato Pinato ripaga la fiducia e mette il sigillo alla stupenda partita del Venezia. 3-0 e mancano 6' al 90'.

3 minuti di recupero. C'è ancora spazio al 92' per la traversa perugina di Terrani.

FINITA: VENEZIA BATTE PERUGIA 3-0.

IL SOGNO CONTINUA.