A Venezia un milione e mezzo di euro per 7 forti

Rischio crolli ed erba alta: dal bando periferie risorse per interventi urgenti negli spazi pregiati del campo trincerato

MESTRE. Un milione e mezzo di euro, dal Bando nazionale per le periferie, per intervenire su sette forti del campo trincerato di Mestre, spazi storici di pregio che hanno una urgente necessità di interventi manutentivi. La giunta comunale, ieri, ha dato il via libera al progetto definitivo e ora entro la fine dell’anno i lavori saranno tutti eseguiti, assicura l’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto. Che spiega: «Sono tutti interventi urgenti, condivisi con volontari e associazioni che tengono vivi questi luoghi di pregio. Entro fine anno avremo concluso i lavori che danno risposte alle emergenze».

Prima una serie di sopralluoghi tecnici, poi il via al progetto che sta per diventare esecutivo per interventi in beni di proprietà comunale che hanno una superficie coperta di 82 mila metri quadri in un contesto di aree verdi di 1,4 milioni di mq.


Ci sono tanti interventi urgenti da attuare: la sistemazione del tetto della Casa del maresciallo di Forte Mezzacapo, crollata; la sistemazione dell’ex Archivio Militare di Forte Carpenedo dove ci sono le travi marcite e tratti del tetto collassati. Ancora ci sono spazi insalubri da mettere in sicurezza come il Capannone del Mezzacapo o il corpo di guardia di Forte Gazzera. E poi interventi per l’accesso sicuro.

Il programma di interventi, nel dettaglio, prevede per Forte Mezzacapo di intervenire sulla Casa del Maresciallo, i Capannoni, la Batteria ( dove va sistemata la guaina deteriorata) e le Garitte (tre vanno posizionate a terra perché pericolanti). A Forte Carpenedo, gioiello nel cuore di Mestre, viene rifatto il piano di calpestio del ponte d’accesso; si interviene sull’ex Archivio Militare ( viene rifatta la copertura con il recupero degli elenti lignei non danneggiati, e un consolidamento strutturale) e il recupero del marciapiede esterno del Traversone d’attacco.

A Forte Gazzera si interviene sul Traversone centrale e la Batteria. Prevista a pulizia delle Caponiera, con trattamento antiruggine e contro la caduta di calcinacci. Si provvederà al risanamento interno del Corpo di guardia e il recupero del marciapiede a ridosso del Traversone centrale. A Forte Tron, a Marghera, viene sistemato il ponte d’accesso; si interviene sul Corpo di guardia con misure anti-intrusione e chiusure delle fonometrie e si avvia un grande intervento di pulizia e giardinaggio dentro l’area verde, eliminando piante e arbusti infestanti e avviando interventi di puntellatura.

A Forte Pepe vengono puntellate, con messa in sicurezza, la Casa del Maresciallo e il Corpo di Guardia; vengono liberati dalle erbe infestanti la Batteria e i due edifici principali e inoltre viene rifatta la recinzione che si affaccia su via Triestina. A Forte Rossarol viene sistemato il ponte di accesso con l’eliminazioni della vegetazione infestante dalla Batteria. Infine, a Forte Manin viene liberata da piante e rovi la Batteria; viene rifatta la recinzione e manutentata la copertura della Polveriera con la messa in sicurezza del Ponte d’accesso.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi