In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Treno giornaliero da Venezia a Gardaland

Il servizio sarà attivo dal 10 giugno all’8 settembre. Il “link bus” per le spiagge è stato invece rimandato al prossimo anno

Felice Paduano
1 minuto di lettura

VENEZIA. Lunedì, a Milano, nel museo Mudec, è stato presentato l’orario estivo 2018. Notizie positive arrivano dalla divisione regionale del settore passeggeri, guidato da Tiziano Baggio, che lavora sempre a stretto contatto con la Regione.

La novità assoluta è il nuovo collegamento tra Venezia Santa Lucia e Desenzano del Garda (Brescia), che partirà dal prossimo 10 giugno sino all’8 settembre.

Il nuovo regionale ha la finalità di portare i passeggeri principalmente a Peschiera-Gardaland. Si parte da Venezia alle 7.12 e si arriva a Desenzano alle 9.26 via Mestre, Padova, Vicenza e Verona. Il nuovo treno partirà ogni giorno.

Altri nuovi regionali, invece, diretti al lago effettueranno servizio solo al sabato e nei festivi. Sempre con l’occhio puntato all’offerta turistica è stato confermato il treno Verona- Padova – Mestre – San Donà –Portogruaro – Latisana, dedicato in particolare ai ciclisti, già in servizio da oltre un mese. Parte da Verona alle 7.45; da Padova alle 8.49 e da Mestre alle 9.04, con arrivo a Latisana - Lignano e Bibione alle 10.18. Il ritorno da Latisana è fissato alle 17.21.

Per quanto riguarda, infine, i nuovi collegamenti del Bus Link, collegati alle Frecce, il Veneto è stato totalmente trascurato. Mentre sono in programma tanti nuovi collegamenti con le città ed i paesi costieri del centro e del sud (ad esempio con le spiagge della Puglia, Campania e della Calabria), per Jesolo, Caorle e Bibione non è stato istituito nessun nuovo collegamento veloce con Link Bus, che sarebbe stato ben gradito dai turisti, che arrivano alla stazione di Mestre per poi raggiungere l’albergo a Jesolo devono salire sui bus dell’Atvo oppure andare ancora con un regionale sino a San Donà, dove ci vuole ancora mezz’ora per raggiungere la spiaggia.

«Ci avevamo pensato» ha detto l’ad di TrenItalia, Orazio Iacono «sarebbe stato un ulteriore vantaggio per i vacanzieri che, provenienti in treno da Torino, Milano o Firenze oppure dal sud, vanno al mare a Jesolo, Caorle e Bibione. Abbiamo istituito 110 fermate estive, tra cui quelle di Fasano, Palinuro, Maratea, Scalea, Cecina ed Orbetello. Abbiamo deciso di mandare Bus Link a tante città, ma non abbiamo creato un nuovo collegamento, su gomma, Mestre-Jesolo. Lo metteremo in programma per il prossimo anno».

Buone notizie, invece, per i passeggeri che scendono dal treno a Mestre e prendono il Bus Link per Cortina d’Ampezzo. Dal prossimo 10 giugno fermerà anche a Tai e San Vito di Cadore.
 

I commenti dei lettori