Quattro operai ustionati alle Acciaierie Venete: due veneziani in gravi condizioni

Una colata di acciaio fuso ha investito domenica mattina i quattro uomini al lavoro nello stabilimento Acciaierie Venete di Padova

Padova. Incidente alla Acciaierie Venete, operai ustionati. Cosa è successo

PADOVA. Grave incidente nella mattinata di domenica 13 maggio alle Acciaierie Venete di riviera Francia, nella zona industriale di Padova. Alle 7.50 i vigili del fuoco sono intervenuti con tre squadre per un incendio e un incidente sul lavoro.

Le squadre sono accorse nel reparto fonderia per lo spegnimento del fuoco innescato dalla fuoriuscita incontrollata di acciaio fuso a circa 1600 gradi da un contenitore di oltre 100 tonnellate il cui perno si è rotto durante uno spostamento, investendo il personale.

[[ge:gelocal:mattino-padova:padova:cronaca:1.16830236:gele.Finegil.Image2014v1:https://mattinopadova.gelocal.it/image/contentid/policy:1.16830236:1539777983/image/image.jpg?f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=d5eb06a]]

Lo stabilimento è stato messo sotto controllo dai vigili del fuoco e dalle squadre di sicurezza interne.

Padova, incidente acciaieria. Il sindacalista: "Dubbi sulla distanza di sicurezza"

Gli schizzi della colato fuori controllo hanno investito quattro operai. Tre sono in condizioni gravi: Bratu Marian, nato in Romania e residente a Cadoneghe, è stato portato in elicottero al centro grandi ustionati di Cesena. E' il più grave: presenta ustioni su quasi il 100% del corpo.

Vivian Simone, nato a Dolo ma residente a Vigonovo e Di Natale David Federic Gerard nato in Francia e ora residente a Santa Maria di Sala sono ricoverati all'ospedale di Padova. Questi ultimi due erano dipendenti della ditta di manutenzione Ayama.

[[ge:gelocal:mattino-padova:padova:cronaca:1.16830238:gele.Finegil.Image2014v1:https://mattinopadova.gelocal.it/image/contentid/policy:1.16830238:1539777983/image/image.jpg?f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=d5eb06a]]

Sul posto è arrivato anche il personale dello Spisal e i Carabinieri.

Un gruppo di operai si è riunito stamani in assemblea fuori dai capannoni.

«Nello stringerci alle famiglie dei lavoratori coinvolti, condanniamo da subito l'accaduto, di cui faremo le valutazioni del caso, ricordando che nel recente passato avevamo già richiesto che non ci fosse promiscuità tra la movimentazione delle siviere e i dipendenti». Così la Fiom-Cgil nazionale sull'incidente.

Video del giorno

Le prove del Rigoletto alla Fenice, in scena dal 29 settembre

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi