Pellestrina, arriva l’elisuperficie

L’Usl Serenissima ha stanziato 400 mila euro. L’area scelta vicino al murazzo

In arrivo la nuova elisuperficie che sarà realizzata sull’isola di Pellestrina per consentire così agli elicotteri del soccorso sanitario di atterrare e ripartire con dei pazienti a bordo in caso di situazione di estrema gravità che richiedano un rapido ricovero ospedaliero. Il progetto definitivo risale al dicembre del 2016, ma solo ora l’Usl 3 Serenissima e il Comune di Venezia hanno finalmente definito l’esatta definizione dell’area che verrà riservata agli elicotteri di emergenza. L’azienda sanitario ha già previsto lo stanziamento di 400 mila euro necessario per la realizzazione dell’elisuperficie. Si voleva infatti evitare il previsto abbattimento di alberi nell’area dell’ex ospedale di Pellestrina necessario per realizzare l’area di sosta e di atterraggio per gli elicotteri di primo soccorso. Il Comune ha ora indicato una nuova area nella vicinanza del murazzo dell’isola. Il progetto pertanto sarà aggiornato, l’area prescelta verrà ripulita e disinfestata, anche se prima dell’approvazione definitiva dovrà essere compiuta una verifica preventiva di interesse archeologico

Per i servizi di emergenza-urgenza il distretto sanitario di Pellestrina è normalmente servito da un’idroambulanza. Nel 2017 le uscite del Suem 118 sono state 3.451 sulle isole di Lido e Pellestrina con mezzi acquei o su gomma. Come già lo scorso anno, anche quest’anno .


Con l'estate arriva un'idroambulanza in più all'Ulss3. Come già avvenuto lo scorso anno anche quest’anno nel periodo estivo una quinta idroambulanza costituirà un potenziamento continuativo del parco barche impegnato per il soccorso nella zona insulare: sarà al servizio della popolazione del Lido e di Pellestrina in particolare, collegando queste isole agli ospedali di Venezia, di Mestre e di Chioggia.

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi