Ostelli, sui prezzi è sfida Italia-Germania

Il prossimo 7 maggio apre Anda della catena italiana Plaza. Un posto letto a 18 euro come la concorrente tedesca A0

MESTRE Anda Venice, l’ostello della catena italiana Plaza che sta per aprire i battenti in via Ortigara, a due passi dalla stazione di Mestre. E sbarca sui siti di prenotazioni alberghiere in vista della inaugurazione fissata per il 7 maggio. Su Booking.com è già possibile prenotare. E anche per questo nuovo ostello, il cliente può contare su prezzi di sicura presa. Anzi, si può intuire subito che Anda Venice punta ad essere concorrenziale rispetto alla concorrente AO che ha aperto l’ostello di via Ca’ Marcello, avviando anche i cantieri per il raddoppio. Una inedita sfida Italia-Germania, stavolta sul fronte della ricettività alberghiera nella zona della stazione ferroviaria di Mestre, sempre più piena di turisti e trolley che vanno e vengono. Abbiamo provato a prenotare sul sito di Booking.com per due persone una notte tra l’8 e il 9 maggio prossimo presso l’italiano Anda Venice.



Per un posto letto nei diversi dormitori, quello misto con 9 letti, oppure in quello femminile sempre per 9 persone, e letti a castello bianco latte, il prezzo per persona è di 18 euro con la colazione, facoltativa, da prenotare al prezzo di 7 euro. Praticamente identico il prezzo, tra i 17 e i 18 euro, del concorrente AO di via Ca’ Marcello. Dove una camera con letto matrimoniale negli stessi giorni costa 63 euro.

«Da noi sono pochissime le camere matrimoniali, rispetto alle camerate con più letti», precisa il direttore del Plaza, Sandro Martello che sta lavorando per garantire una apertura al solito impeccabile. L’ostello, del resto, punta ad una clientela giovane: circa 800 i posti letto davanti alla stazione ferroviaria, «per stare insieme alla nuova generazione di viaggiatori», è uno degli slogan prescelti. All’allestimento hanno collaborato i giovani designer di Ied Venezia, l’Istituto europeo del design mentre l’edificio è stato progettato dall’architetto Maurizio Papini. E sulle scale come sulla facciata esterno, ecco i murales 3D di artisti della grafic art mentre nei disegni che mostrano come saranno le varie parti comuni, si intuisce che si punta ad una struttura alberghiera, decisamente giovane, spiritosa, aperta all’accoglienza. Ecco, forse non tutti apprezzeranno una soluzione simile, ma si tratta di un moderno ostello dotato comunque di confort, si legge: camere di gruppo dove è assicurato il bagno privato, la wifi gratis, l’aria condizionata, la presenza di biancheria per gli ospiti. Su Trivago, altro sito di prenotazioni, il nuovo albergo viene segnalato ma senza la presenza di offerte. Al momento. La struttura ricettiva, la più recente, che sta per aprire nell’area di Mestre ha ottenuto nel frattempo dalla Città metropolitana la classificazione di ostello della gioventù con la classificazione, secondo le norme regionali, dei due “leoni”, per cinque anni. Dai dati registrati negli atti della città metropolitana l’albergo comprende 119 camere con bagno con 8 camere doppie e 111 camere con più di due letti per un totale di quasi 800 posti letto.

Intanto la zona resta in pieno fermento edilizio: in via Ca’ Marcello procedono spediti i cantieri nell’area Mtk per quattro nuovi alberghi per complessivi 1.900 posti letto.

Costruzioni che stanno cambiando il volto di quest’area, e che fanno discutere. L'investitore immobiliare Ivan Holler via social network rilancia i rendering in queste ore. Come a dire che aprile 2019, quando gli alberghi saranno operativi, si avvicina sempre di più.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'addio a Piero Angela, il ricordo del figlio Alberto: "È stato come vivere con Leonardo da Vinci"

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi