Poveglia all’asta prima dell’estate

Il demanio a breve metterà in sicurezza l’isola prima di concederla

VENEZIA. A giugno anche Poveglia rientrerà nei bandi del demanio. Da qualche mese è vietato avvicinarsi all’isola. Da febbraio un’ordinanza Ministero delle Infrastrutture vieta la navigazione intorno all'isola per un raggio di venti metri e perfino l’approdo.

Stando all’ordinanza i motivi sono: le precarie condizioni di stabilità statica degli edifici, le eventuali voragini nel terreno provocate dalle sterpaglie e gli ostacoli subacquei non segnalati in prossimità dell’Ottagono.

Oggi scade la gara di appalto che il demanio ha indetto per la recinzione e la messa in sicurezza degli edifici. Nonostante la recente sentenza del Tar abbia dato ragione ai cittadini per avere in concessione l’isola e investire i soldi pubblici ricavati dalla colletta (quasi 400 mila euro), il demanio non ha cambiato idea.

Prima dell’estate l’isola andrà all’asta per essere data in concessione. Tra qualche giorno l’associazione Poveglia per Tutti incontrerà il demanio regionale e in molti si chiedono se sono ancora possibili colpi discena o se è arrivata la fine del sogno dei cittadini. (v.m.)
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi