In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Aggredisce i genitori anziani, arrestato

Portogruaro. Il figlio di 46 anni si è anche scagliato contro i carabinieri. La coppia rimasta ferita è stata portata in ospedale

di Rosario Padovano
1 minuto di lettura

PORTOGRUARO. All’ennesimo sopruso, due sabati fa, non ce l’hanno fata più e hanno chiamato i carabinieri al 112; facendo arrestare il loro figlio perché li picchiava.

È finito, per il momento, l’incubo di un padre e di una madre di 75 anni, residenti in via Svevo nella città del Lemene. Il figlio, C. M. , 46 anni, già conosciuto dalle forze dell’ordine, per l’ennesima volta era rientrato a casa ubriaco e per l’ennesima volta non ha esitato di mettere le mani addosso agli anziani genitori, senza ritegno e senza rispetto. La coppia , portata in ospedale, è stata dimessa con una prognosi di 15 giorni. Il figlio è stato rinchiuso nel carcere di Pordenone, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La vicenda ai carabinieri della stazione di Portogruaro, diretto dal luogotenente Corrado Mezzavilla, era nota da tempo. Conoscevano già per i suoi trascorsi il 46enne disoccupato, che da anni è alle pese con gravi problemi di alcolismo. Alle sue spalle un curriculum che annovera una serie di reati e di denunce. L’uomo, in maniera del tutto immotivata, più volte ha messo le mani addosso ai genitori. E così è stato anche 8 giorni fa. Era entrato come al solito brontolando, lamentandosi del più e del meno e soprattutto dopo aver bevuto molto. Ormai era diventata una triste abitudine. In maniera del tutto gratuita, all’improvviso, si è accanito menando calci e pugni al padre e alla madre. I due coniugi hanno approfittato di un momento di distrazione del figlio e questa volta lo hanno denunciato ai carabinieri che si sono precipitati nella casa dell’anziana coppia.

Il 46enne, alterato dall’alcol, si è anche scagliato anche contro gli stessi militari, opponendo un’accanita resistenza. Non senza fatica i carabinieri sono riusciti a portarlo nella caserma di via Castion 7, e successivamente, dopo aver consultato il magistrato di turno quella sera (si trattava di Federico Facchin) lo hanno rinchiuso in carcere, dove può meditare sul suo comportamento. Il disoccupato 46enne è accusato di maltrattamenti in famiglia, sulla base degli articoli 337 e 572 del codice penale.

I due genitori si sono fatti convincere a seguire i carabinieri nel vicino Pronto soccorso di Portogruaro, dove sono stati curati e anche rincuorati dal personale medico. Le ferite inferte sul loro fisico guariranno in pochi giorni. Quelle nell’animo, invece, probabilmente non si rimargineranno mai.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori