Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Trent’anni di viaggi Via alla scoperta dell’antica Altino

QUARTO D’ALTINO. Alla scoperta dell’antica Altino attraverso un viaggio che tocca le radici della venezianità lanciato dall’agenzia di viaggi Rallo. “Venezia prima di Venezia. I grandi centri veneti...

QUARTO D’ALTINO. Alla scoperta dell’antica Altino attraverso un viaggio che tocca le radici della venezianità lanciato dall’agenzia di viaggi Rallo. “Venezia prima di Venezia. I grandi centri veneti dalla preistoria alla Serenissima” è l’inedito itinerario culturale (i partecipanti provengono da tutta Italia e sono già arrivati a Quarto d’Altino dove hanno passato la notte) che tra oggi e mercoledì ripercorrerà a ritroso la storia per celebrare trent’anni di collaborazione tra la rivista spe ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

QUARTO D’ALTINO. Alla scoperta dell’antica Altino attraverso un viaggio che tocca le radici della venezianità lanciato dall’agenzia di viaggi Rallo. “Venezia prima di Venezia. I grandi centri veneti dalla preistoria alla Serenissima” è l’inedito itinerario culturale (i partecipanti provengono da tutta Italia e sono già arrivati a Quarto d’Altino dove hanno passato la notte) che tra oggi e mercoledì ripercorrerà a ritroso la storia per celebrare trent’anni di collaborazione tra la rivista specializzata Archeologia Viva (Giunti Editore) e l’Agenzia Viaggi Rallo di Mestre. Un percorso attraverso siti archeologici emblematici, Altino tra tutti, ma anche Burano, Torcello, Concordia Sagittaria e Aquileia insieme all’archeologa Francesca Benvegnù, Giuliano Volpe, presidente del Consiglio superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici del Mibact, Vittorio Russo dell’agenzia viaggi Rallo e a Piero Pruneti, direttore della rivista Archeologia Viva.

«La scelta di celebrare il trentennale tra Veneto e Friuli Venezia Giulia non è casuale», si legge nella presentazione dell’evento, «L’intento è quello di promuovere le importanti e numerose testimonianze archeologiche del territorio offrendo concrete alternative di visita a Venezia, una città che soffre per l’eccessiva pressione turistica a discapito delle aree circostanti».

Ieri al ristorante Da Odino di Quarto la celebrazione ufficiale dei trent’anni e il fischio d’inizio dell’itinerario. Un percorso reso possibile anche grazie all’ex sindaca di Quarto, Silvia Conte (ieri in rappresentanza del Ciset di Ca’ Foscari), che con Rallo aveva avviato un primo dialogo grazie all’apertura del nuovo Museo e alla realizzazione dell’approdo sul Canale Santa Maria. I Viaggi di Archeologia Viva nacquero da un’idea di Vittorio Russo e Piero Pruneti che nel 1988 lanciarono i tour accompagnati dall’archeologo per intercettare la voglia di viaggiare sulle orme del passato dei lettori della rivista. Fu così che l’amicizia tra i due si cementò con la collaborazione professionale che ha portato in viaggio migliaia di viaggiatori con il motto “Vivere il passato è capire il presente”.

Marta Artico