Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Trovano i soldi per terra, nei guai due casalinghe

Erano dentro un portafoglio smarrito da un pensionato, denunciate entrambe per furto

CAMPOLONGO MAGGIORE. Evidentemente avevano ingenuamente pensato si fosse trattato di un inaspettato colpo di fortuna. Così, trovato quel portafogli abbandonato e gonfio di soldi, non hanno proprio resistito alla tentazione e lo hanno svuotato degli oltre trecento euro contenuti al suo interno. “L’occasione fa l’uomo ladro” ma a quanto pare, in questo caso, non ha pagato. Due veneziane, casalinghe e incensurate, sono state denunciate a piede libero dai carabinieri della stazione di Piove di ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CAMPOLONGO MAGGIORE. Evidentemente avevano ingenuamente pensato si fosse trattato di un inaspettato colpo di fortuna. Così, trovato quel portafogli abbandonato e gonfio di soldi, non hanno proprio resistito alla tentazione e lo hanno svuotato degli oltre trecento euro contenuti al suo interno. “L’occasione fa l’uomo ladro” ma a quanto pare, in questo caso, non ha pagato. Due veneziane, casalinghe e incensurate, sono state denunciate a piede libero dai carabinieri della stazione di Piove di Sacco per il reato di furto aggravato in concorso. A incastrarle sono state le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza privato che ha immortalato tutta la vicenda. Nel pomeriggio di venerdì scorso M.N. e C.D., rispettivamente quarantaseienne di Campagna Lupia e cinquantenne di Campolongo Maggiore, in un parcheggio di via Breo hanno rinvenuto un portafogli. A smarrirlo, scendendo dalla propria auto, era stato un pensionato del posto che, inconsapevole dell’accaduto, si era tranquillamente recato in una vicina rivendita per effettuare degli acquisti. Una volta però accortosi della mancanza l’uomo è tornato subito sui suoi passi ritrovando l’oggetto proprio nel parcheggio. I documenti non erano stati toccati ma del corposo gruzzolo nessuna traccia. Fatto sta che il pensionato ha sporto denuncia ai militari che, dopo qualche giorno di indagine, tramite le registrazioni di un occhio elettronico puntato sul parcheggio sono riusciti a individuare e a risalire alle due donne. L’appropriazione di cose smarrite, quando non sono riconducibili al proprietario, può portare a una multa. Reato diverso (nella fattispecie quello di furto) si configura quando invece si può risalire al proprietario, come in questo caso tramite i documenti contenuti nel portafoglio.

Alessandro Cesarato