Reyer batte Avellino e rovescia lo scarto dell'andata

Taliercio bollente, ottima prestazione dei ragazzi di De Raffaele. Tonut trascinatore con Watt e Daye.

MESTRE.  La Reyer supera Avellino (88-74) e rovescia anche lo scarto dell’andata, secondo posto rafforzato. Reyer senza Bramos, De Raffaele opta ancora per Jenkins con Johnson nel parterre, accanto a Orelik, prima comparsa al Taliercio dopo il grave infortunio di Milano.

Sidigas più reattiva in avvio (6-13), anche se Cerella fa buona guardia su Rich. Watt e Tonut riportano a contatto i tricolori (14-5), Avellino perde per infortunio l’ex Filloy, in campo solo un minuto, ma chiude avanti (14-17). Gara nervosa, secondo quarto costellato di falli e interruzioni, Avellino è abile a non far trovare il ritmo alla Reyer, che vive il suo momento migliore dopo l’antisportivo di Jenkins su Rich, andando avanti di 3 punti (27-24). La Sidigas pesca il jolly con la tripla allo scadere dei 24” di Rich (27-29), poi i biancoverdi allargano lo strappo (27-33, 30-34 alla seconda sirena).

Fesenko porta la Sidigas sul +8 (30-38) al ritorno in campo, Watt tampona la fuga irpina (36-38), la tripla di Cerella, implacabile su Rich, impatta il match (43-43), poi Tonut e Biligha lanciano in orbita la Reyer (51-46), che chiude la terza frazione con 2 punti di vantaggio (55-53). Due minuti e la Reyer prova a scappare (59-53) sulla tripla di De Nicolao, poi Watt rovescia anche il -10 del PalaDelMauro (76-65) a 3’01” dalla fine.

Umana che gioca anche con il cronometro, Rich ci prova (80-71), Daye spegne la Sidigas (83-71) a 1’08” dalla sirena, poi l’antisportivo di Wells chiude la sfida.

Video del giorno

Mia Ceran con Giorgio Tinacci di Casavo: come vendere casa in dieci giorni

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi