In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Venezia, fermate due borseggiatrici di 10 e 14 anni

Subito scappate dalla comunità, sono tornate al "lavoro". Ben 15 i ladri denunciati in pochi giorni dalla Polizia municipale

1 minuto di lettura
La ressa di turisti è "oro" per i borseggiatori 

VENEZIA. Folla di turisti, folla di borseggiatori. Sempre più giovani: addirittura una bambina di 10 anni.

Sono ben 15 il numero i ladri mordi-e-fuggi fermati in questi giorni con le mani sul portafoglio (altrui)  dal personale del Nucleo Operativo della Polizia locale di Venezia, di pattuglia vestiti da "turisti".

 Domenica pomeriggio ne sono state fermate altre quattro, due trentenni e due minorenni di 14 e 10 anni, tutte di nazionalità bosniaca, colte sul fatto in zona stazione ferroviaria a Venezia.

"Il quartetto era stato notato dal personale", si legge in una nota della Polizia municipale, "mentre circondava una coppia di turisti costaricani utilizzando, come di consueto, ampi scialli per nascondere i movimenti delle mani. La quattordicenne, che era riuscita ad aprire la cerniera dello zaino della turista, è stata subito bloccata dagli operatori della Polizia locale insieme alle complici, alle quali sono stati sequestrati 500 euro, sospetto provento di furto. Delle due trentenni, una è stata arrestata, l'altra, in avanzato stato di gravidanza, è stata ricoverata all'ospedale civile di Venezia. Le due minorenni sono invece state affidate ad una comunità in provincia di Padova".

Neppure il tempo di arrivare a Padova, che erano già scappate: le due giovanissime  borseggiatrici sono state fermate di nuovo mercoledì mattina in campo San Filippo e Giacomo dove erano state bloccate da un passante e dalla coppia di turisti iraniani alla quale avevano tentato di sottrarre il portafoglio contenente circa 1500 euro. Addosso alle due ragazze sono stati trovati 175.000 yen, pari a 1400 euro, che sono stati sequestrati. Le giovani sono poi state reinviate alla comunità padovana.

I commenti dei lettori